“Ogni granello è prezioso”, aperte le iscrizioni al Campo Pime

Come ogni anno l'istituto missioni estere di Busto apre le iscrizioni al campo che si svolge ad agosto

“Ora! …Ogni granello è prezioso!”. Questo lo slogan scelto dal Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere) di Busto Arsizio, rivolto a tutti i giovani d’Italia – “dai 17 anni in su” – per iscriversi al Campo Incontro-Lavoro in programma ad agosto. Da più di 30 anni, infatti, la Casa di via Lega Lombarda, 20 organizza dieci giorni intensi (dal 21 agosto al 1 settembre) tra mattinate di riflessione e confronto, pomeriggi di lavoro e momenti aperti al pubblico. Il tutto, sotto lo “sguardo” di Fratel Mario Fardin, l’attuale Rettore.

Lo scopo finale è quello di finanziare tre progetti missionari: in Cambogia, nelle Filippine e in Italia. In territorio cambogiano, il progetto “Lago 94” si impegna a sostenere un piccolo villaggio di 150 famiglie nella periferia degradata della capitale Phnom Penh. Nelle Filippine, il Campo di Incontro-Lavoro finanzierà il progetto “K 416” per la creazione di un centro multifunzionale: un luogo di incontro e formazione per la comunità del villaggio di Zambales. In Italia, invece, stanzierà dei fondi per borse di studio dedicate a studenti italiani o immigrati con difficoltà economiche. Per farlo, i ragazzi (solitamente un centinaio di iscritti) lavoreranno ogni pomeriggio ritirando materiale usato nelle abitazioni della zona, per poi rivenderlo nel mercatino allestito in sede.

Il Campo, però, è anche “incontro”. Così, ogni mattina, i partecipanti, accompagnati da preparate guide – primi tra tutti, Padre Peo e Suor Sonia – rifletteranno sul “tempo”: tra passato, presente e futuro. “Faremo una breve sosta sul passato (un giorno) per riflettere sul ‘perché sono qui’ al campo, e in semplicità disegnare il ‘film della propria vita’ fino a questo momento – spiegano gli organizzatori – Il Focus principale, invece, sarà sul presente, ‘qui ed ora’ al campo, nella mia vita, nelle piccole scelte quotidiane: è qui, in questo tempo che mi metto in gioco. Si terminerà, poi con uno sguardo al futuro: sogni, desideri, bisogni e strumenti per scegliere. Non vuole certo essere un cammino di discernimento, ma una riflessione che accompagni a comprendere che la vita si spende giorno per giorno e ogni passo è vita, non solo una attesa meta finale”.

Difficile, poi, descrivere il clima di festa e unione che si crea tra i giovani al Campo: “Io ne ho viste cose che voi umani non potete neppure immaginarvi – questa la simpatica testimonianza di Mauro che da anni partecipa ai dieci giorni di incontro e lavoro – Ho visto gente nella calura di agosto caricare camion di rottami e mobili, ho visto ragazzi passare mattine a riflettere invece di dormire dopo una notte quasi in bianco, ho visto ragazzi credere ancora in qualcosa e spendersi per realizzare concretamente il loro credo. E tutti quei momenti non andranno perduti come lacrime nella pioggia, ora, Tutto questo lo puoi vivere anche tu!”.  “Il Campo ti dà un mondo che pulsa fra le mani, pronto ad essere modellato anche da te! È un’esperienza unica che ti cambia, ti riempie, ti cresce, ti stupisce, ti fa riflettere, ti appassiona al mondo!” replica Eleonora, altra assidua partecipante del Campo di Busto Arsizio.

Inoltre, come consuetudine, sono già in programma alcuni momenti aperti al pubblico: primo tra tutti, “1440 minuti” quando, la sera del 29 agosto, i ragazzi racconteranno la propria esperienza in piazza San Giovanni a Busto Arsizio, grazie al patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Per info o iscrizioni contattare Suor Sonia (tel. 02.48000671 – mail soniasala@ig.com.br), Padre Peo (tel. 039.9920916 – mail p.peopime@gmail.com), Daniela e Ivano (328.3914121 – mail solfare@alice.it) o Andrea Cozzi (tel. 339.7597024 – mail ducinaltum87@hotmail.com) e Fratel Mario Fardin tel. (0331.350833 – mail rettore.busto@pime.org).
Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook “CampoIncontroLavoroPime” o all’indirizzo www.giovaniemissione.com

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.