Operai Tosi bloccano l’ultimo camion: “Trattate con Termomeccanica”

I lavoratori della storica azienda legnanese chiedono alla proprietà indiana di sedersi al tavolo della trattativa per la cessione dello storico marchio con una società italiana che vorrebbe acquisirlo

Un camion “in ostaggio” per cercare di aprire uno spiraglio nella trattativa tra gli indiani che detengono la proprietà della Franco Tosi e la Termomeccanica, azienda che si è detta disponibile a rilevare lo storico marchio che produce turbine industriali. Il camion è bloccato in azienda da questa mattina, lunedì, con i lavoratori che fanno i turni per sbarrare la strada al tir che contiene importanti pezzi della commessa iraniana: «E’ la nostra unica arma per far sentire il nostro peso in questa vicenda – spiega il sindacalista della Fim Cisl Giuseppe Viganò – chiediamo alla proprietà di tornare a sedersi intorno al tavolo con il ministero e l’azienda che intende acquisire il marchio».

I sindacati avvertono gli indiani che la rabbia dei lavoratori è al limite massimo, le organizzazioni la stanno imbrigliando in iniziative pacifiche ma è sempre più difficile tenerli a bada. Anche il sindaco di Legnano Alberto Centinaio, ieri durante il Palio di Legnano, ha lanciato un forte messaggio a difesa dei posti di lavoro, un appello molto apprezzato anche dai sindacati: «Sappiamo che il sindaco non può fare molto perchè non ha poteri determinanti ma Centinaio sta facendo molto e si sta spendendo in prima persona tirando le fila del dialogo con la proprietà». La situazione continua a rimanere intricata, la situazione di stallo va avanti da diversi mesi e non si vede una via d’uscita soprattutto a causa del comportamento della proprietà che, in qualche modo, vorrebbe che altri ripianino il buco da 100 milioni e al contempo mantenere il controllo della società: una proposta che Termomeccanica non è disposta ad accettare. Il braccio di ferro continua e i lavoratori non si arrendono.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.