Pizzul (PD): “Uno stipendio da urlo, ma è un abbaglio”

Dopo l'annuncio dei consiglieri regionali 4 Stelle, un collega del PD risponde e ricorda che «non appena il consiglio recepirà la spending review di Monti, lo stipendio si abbasserà nettamente»

«Uno stipendio da urlo, ma è un abbaglio». Non tarda ad arrivare la risposta del Partito Democratico all’annuncio dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle del taglio delm loro stipendio. In una nota, gli esponenti 5 Stelle avevano spiegato di aver ricevuto una busta paga di oltre 16mila euro e di aver raccolto in nove centomila euro da destinare a un fondo per le imprese lombarde. «La capogruppo del Movimento Cinque Stelle – scrive nel suo blog Fabio Pizzul, consigliere regionale del PD – ha pubblicato la prima busta paga da consigliere creando grande clamore mediatico. La cifra, effettivamente, è da urlo: oltre 16.500 € netti. Voglio subito tranquillizzare la collega Carcano: quella appena ricevuta non è la busta normale dei consiglieri».
Pizzul spiega così la somma ricevuta in queste prime settimane di lavoro. «Personalmente ho ricevuto un accredito di poco superiore agli 11 mila euro, circa 2500 in più rispetto al “normale” a causa della presenza in busta delle trattenute che non vengono più effettuate a causa (o per merito?) dell’abolizione del vitalizio e del trattamento di fine mandato. In più i neo consiglieri (quindi anche i “grillini”) hanno anche visto accreditata la quota di stipendio per i giorni dal 17 marzo alla fine dello stesso messe mese di marzo, da qui la cifra globale di oltre 16.500 euro. Lo stipendio reale non supererebbe dunque gli 11.500 euro».
Cifra che dovrà cambiare per legge entro due mesi. «Quella cifra – spiega Pizzul – è così solo per il momento, e sottolineo per il momento, perché non appena il consiglio recepirà la spending review di Monti, lo stipendio si abbasserà nettamente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.