Playoff, si comincia: la Cimberio attende Venezia

Questa sera (20,30) gara1 tra i biancorossi e l'Umana, unica a battere per due volte la squadra di Vitucci. Il coach: «Il primato in classifica e i tifosi ci danno una spinta speciale»

Pronti, partenza, via: questa sera (venerdì 10 maggio) al PalaWhirlpool  va in scena la Gara1 dei quarti playoff tra Cimberio e Umana Venezia, primo passo necessario per una strada che molti, da tempo, sognano di percorrere fino in fondo. Varese arriva all’appuntamento da capolista, anzi, da "prima dalla prima" come molti tifosi amano sottolineare su forum e social network; un elemento importante (permetterà ai biancorossi di avere sempre dalla propria parte il fattore campo) ma non decisivo, visto che all’incirca la metà delle volte la prima di regular season ha poi vinto lo scudetto.
I playoff azzerano molto di quanto è accaduto fino a ora: si riparte alla pari nel punteggio ma anche nel bilancio stagionale che, curiosamente, vede la Reyer in vantaggio 2-0 sulla Cimberio, unica in tutto il panorama italiano a vantare il vantaggio sui biancorossi.

QUALITA’ IN CAMPO - Non azzerano però tutto e coach Vitucci lo sa bene: costruire una squadra da 23 vittorie su 30 partite non è uno scherzo, né una cosa che si inventa nei tempi strettissimi del tabellone a eliminazione diretta. «I playoff sono sempre pallacanestro: c’è pressione ma non è un altro sport e credo sia giusto che si continui a giocare secondo le qualità sviluppate lungo la stagione regolare. Noi proveremo a sfruttare le nostre caratteristiche e a "maneggiare" quello che sappiamo che gli avversari sanno fare bene».
Insomma, attenzione e rispetto dovuti ma nessuno snaturamento della squadra, neppure quando c’è da alzare la guardia su qualche singolo giocatore rivale come potrebbe essere Clark, decisivo domenica nell’ultima di regular season: «Non ci sono mai problemi unici e irrisolvibili, ci sono accorgimenti tecnici cui bisognerà fare attenzione. È però importante evitare di rincorrere un solo giocatore, rischiando poi di lasciar fare gli altri. Clark è un giocatore da considerare, ma Venezia è nel complesso una squadra di grande esperienza in tutti i suoi elementi, escluso Magro».
La Cimberio sta bene: Polonara è recuperato e lo stesso Vitucci ne spiega l’impegno, seppur ridotto, di domenica scorsa al "Taliercio": «Abbiamo fatto bene a metterlo in campo. È un giocatore giovane, al primo infortunio in carriera, non grave ma comunque condizionante: lui ha giocato da cani (letterale ndr) e lo sa, ma ha ripreso un po’ di ritmo. In questi giorni è migliorato ancora ed è pronto per giocare». Non si sa ancora invece chi sarà il giocatore ad andare in tribuna: Vitucci ha già scelto ma tiene per sè il nome dell’escluso.

LE SPINTE IN PIU’ - La palla a due alzata delle 20,30 insomma, è vista in un certo senso come liberatoria: cominciare a giocare, in un certo senso, fa evaporare la pressione dei giorni precedenti. «Finalmente iniziamo: siamo tutti eccitati per questo, perché dopo tutti questi mesi di lavoro non vediamo l’ora di queste partite. Arrivare da capolista ci dà una spinta in più, allo stesso modo sappiamo che i nostri tifosi ci sono vicini e ci daranno un grande supporto. Però dobbiamo affrontare queste serie come abbiamo fatto per il resto della stagione: saremo gli sfidanti rispetto alle "grandi", rimarremo un gruppo, inteso sia come squadra sia come club, affamato e desideroso di fare sempre qualcosa di meglio e di raggiungere obiettivi sempre nuovi».

SUGLI ALTRI CAMPI - I playoff sono scattati ieri sera, giovedì 9, con le prime due partite. La testa di serie numero 2, Sassari, ha travolto Cantù con un pesante 90-70 (ma 28-12 già nel primo quarto) e con un Drake Diener da 20 punti con 4/5 da tre punti. Anche l’ex biancorosso Becirovic ha dato un contributo importante, con 16 punti. Per la Lenovo si salva il nuovo acquisto Ragland (14). Infortunio ad Aradori, il migliore dei suoi fino allo stop. Sorpresa invece a Roma, dove l’Acea cede la prima partita alla Trenkwalder Reggio Emilia ( 58-70) grazie a una "striscia" decisiva di Taylor e a un ottimo apporto di Bell. Roma parte male, recupera con Datome (19) ma nell’ultimo quarto cede di nuovo.

INFO - Chi non ha acquistato i biglietti in prevendita – modalità chiusa a mezzogiorno di oggi per quanto riguarda gara 1 – può presentarsi ai botteghini del PalaWhirlpool che apriranno dalle 19. Biglietti esauriti in curva nord e tribuna silver, disponibili in galleria e gold. Proseguono invece le prevendite per gara 2 (domenica, 17,30): a giovedì sera erano 450 i tagliandi già staccati, con curva anche in questo caso esaurita.
La partita di questa sera sarà arbitrata dai signori Sabetta, Giansanti e Mazzoni; prima del match sarà osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Ottavio Missoni. Per la prima volta in via ufficiale, sarà infine diffuso il nuovo inno della Pallacanestro Varese scritto da Flavio Premoli della PFM.

LIVE - Come di consueto, a partire da oggi pomeriggio (venerdì) VareseNews metterà a disposizione dei lettori la diretta in liveblogging, uno spazio aggiornato costantemente sulla serie di quarti di finale tra Cimberio e Umana. Nella circostanza, la nostra diretta non sarà chiusa dopo ogni partita ma resterà la medesima durante tutte le partite tra le due squadre: l‘hashtag da utilizzare su Twitter e Instagram rimarrà quindi #varesevenezia anche quando si giocherà in Laguna.

TUTTI I DUELLI IN CAMPO - Le formazioni e le sfide, ruolo per ruolo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2013
Leggi i commenti

Video

Playoff, si comincia: la Cimberio attende Venezia 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.