“Preso” dalle slot machine si dimentica il figlio di due anni in auto

I passanti hanno sentito il pianto del piccolo e sono intervenute le Volanti della Polizia. Il padre, 35enne, è stato denunciato

Il papà si mette a giocare alle slot machine e il bimbo di due anni rimane chiuso in auto per un’ora, fortunatamente in una giornata non certo calda. L’episodio è accaduto a Gallarate e segnala ancora il livello di guardia raggiunto da alcuni giocatori compulsivi, "presi" dalla febbre del gioco d’azzardo al punto da mettere a rischio persino i bimbi.
L’allarme è scattato nel pomeriggio di lunedì, vicino alla sala giochi di via Foscolo: i passanti sono stati attratti dal pianto del bambino; dal momento che i genitori del piccolo non erano rintracciabili, dopo alcuni minuti il gruppo di persone raccolte intorno all’auto ha deciso di contattare il Commissariato di Polizia. Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato diretto dal Vice Questore Aggiunto Gianluca Dalfino sono arrivati in un baleno e si apprestavano a rompere un vetro per liberare il piccolo, quando improvvisamente è arrivato il padre. «Non mi ero accorto che era passato così tanto tempo», ha detto l’uomo, un 35enne. Il bimbo di due anni e mezzo era rimasto chiuso in auto per un’oretta, ma sta bene. Il padre invece è stato denunciato a piede libero per abbandono di minori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.