Prima busta paga: i consiglieri del M5S si tagliano lo stipendio

Stefano Buffagni, consigliere regionale, pubblica il suo cedolino. «Per il primo mese e mezzo di attività la somma percepita è di 16.384,76 euro. In nove restituiremo una somma pari a 100 mila euro»

«I nove consiglieri 5 stelle restituiranno una somma pari a 100 mila euro». C’è fierezza – e anche un po’ di sconcerto – nella nota dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle che annunciano di aver ricevuto la prima busta paga e di aver rinunciato a buona parte dello stipendio. 
Cedolino alla mano (in questo caso quello di Stefano Buffagni), gli esponenti 5 Stelle fanno due conti: «Per il primo mese e mezzo di attività, dal 17 marzo al 30 aprile, la somma percepita è pari a 16.384,76 euro, senza contare le indennità di funzione (per i membri dell’ufficio di presidenza del consiglio regionale, i presidenti delle commissioni, ecc)». 
La riduzione degli stipendi di chi ha cariche istituzionali è stata uno dei primi cavalli di battaglia del movimento di Beppe Grillo. Per questo «già durante le campagna elettorale – si legge nella nota – i candidati avevano preso un impegno preciso con i cittadini: trattenere 5.000 euro lordi mensili e i rimborsi per le spese effettivamente sostenute, tutto il resto lo destineremo ad un fondo di sostegno per le piccole imprese della Lombardia».
I nove consiglieri regionali hanno quindi calcolato una “busta paga virtuale” da 5.000 euro. «Ebbene – spiegano -, solo da questo primo stipendio ricevuto, i 9 consiglieri 5 stelle restituiranno una somma pari a 100 mila euro».
Ora le questioni da affrontare sono due. La prima è di ordine pratico: «ancor prima dell’insediamento, avevamo chiesto ai funzionari della Regione di indicarci il modo concreto per effettuare questa “restituzione”. Nei giorni scorsi abbiamo quindi formalizzato la loro richiesta. Finché non sarà data la possibilità concreta di restituirli, i fondi restituiti rimarranno depositati in conti correnti di Banca Etica».
La seconda, riguarda invece i colleghi consiglieri di altri gruppi politici. «Ora aspettiamo di vedere se e quali consiglieri dei vari partiti ci seguiranno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.