Prostituzione in agriturismo

Polizia e Procura di Busto Arsizio hanno messo i sigilli ad un agriturismo e denunciato cinque persone per sfruttamento della prostituzione. I clienti spesso erano stranieri in transito da Malpensa

Un agriturismo con clienti facoltosi che passavano prima di imbarcarsi a Malpensa e con prostitute che arrivavano dall’estero per i weekend di lavoro. La struttura “La castellana” si trova a Lonate Pozzolo e Procura di Busto e Squadra Mobile di Varese ne hanno ottenuto il sequestro preventivo (eseguito nella mattina del 28 maggio), con l’ipotesi appunto che fosse luogo d’incontri a pagamento, di un certo livello, che coinvolgeva ragazze italiane e straniere. L’indagine ha avuto inizio a fine gennaio del 2012: le voci raccolte dalla polizia dicevano di un agriturismo ben appartato a Lonate Pozzolo, dove in alcune sale ben nascoste persone facoltose, molte delle quali in transito da Malpensa, incontravano le ragazze.
L ’intensa attività di indagine info-investigativa, resa molto complessa dalla posizione dell’agriturismo, ha permesso alla Squadra Mobile di denunciare per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione cinque persone: i tre gestori dell’attività commerciale, un taxista che operava presso l’aeroporto di Malpensa e che si adoperava per il trasporto delle donne dall’aeroporto all’agriturismo e che fungeva da mediatore e una persona che procurava le ragazze straniere.

I clienti che volevano usufruire della prestazione sessuale, chiamavano l’agriturismo con la richiesta di poter mangiare dei “piatti particolari”. A secondo della disponibilità della ragazza, il gestore rispondeva che il “piatto” si poteva preparare o che sarebbe stato pronto la settimana successiva.  Sono circa una ventina le ragazze di cui la polizia ha accertato la presenza all’agriturismo nei mesi dell’indagine.  A provare che l’attività di prostituzione era ancora in atto, durante il sequestro dell’immobile la Mobile ha trovato all’interno dell’esercizio una cittadina straniera in attesa di clienti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.