Protesta degli indunesi sul cantiere della ferrovia

Nonostante il tavolo di confronto che si è svolto i cittadini sono scesi in strada per far sentire la loro protesta e il loro disagio nel convivere con gli scavi

Nonostante il tavolo di confronto che si è svolto sul cantiere della ferrovia, che in parte ha aperto nuove speranze con la promessa della ripresa dei lavori con l’inizio della nuova settimana, gli indunesi sono scesi lo stesso in strada per far sentire la loro protesta e il loro disagio nel convivere con gli scavi aperti in centro paese.
Convocati dal sindaco Maria Angela Bianchi, che di fronte al silenzio delle istituzioni negli ultimi mesi ha cercato di far risuonare il campanello di allarme, almeno un centinaio di persone, tra sindacalisti, ambientalisti e semplici cittadini, si sono trovati proprio nel luogo che più rappresenta la difficile convivenza con il cantiere aperto e fermo da mesi, lungo la via Jamoretti laddove incrocio il tracciato della ferrovia.
Qui la strada è tutta un cantiere e sulla carreggiata d’ingresso si vedono le buche provocate dai camion che, un tempo, andavano e venivano. «Eravamo pronti a sopportare tutto – spiega il sindaco Bianchi – ma non che questo tutto si bloccasse e ritardasse il termini delle scadenze previste. Per i cittadini vivere in queste condizioni è durissimo e il comune non può essere lasciato solo a cercare di riparare i danni provocati dal cantiere:
Questa mattina tutti i presenti si sono messi in coda per firmare una lettera indirizzata al ministro Lupi, al Governatore Maroni e all’assessore Del Tenno, e ai responsabili di Rfi e Ics Grandi Lavori, sollecitando un intervento e l’ottemperanza alle dichiarazioni fatte nei giorni scorsi, non ultimo venerdì 24 maggio, su una soluzione in grado di sbloccare la situazione.

Galleria fotografica

Protesta degli indunesi sul cantiere della ferrovia 4 di 17
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Protesta degli indunesi sul cantiere della ferrovia 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.