Regione, commercio: moratoria per la grande distribuzione

L'assessore: "La giunta lavora per l'occupazione di giovani e donne"

Moratoria sulla grande distribuzione, riduzione della pressione fiscale, accesso al credito facilitato e sostegno ai Distretti del commercio. Sono gli impegni assunti oggi a Palazzo Giureconsulti dall’assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario partecipando all’assemblea elettiva di Confesercenti che ha eletto il nuovo presidente Giorgio Ambrosioni.

LA MORATORIA SULLA GRANDE DISTRIBUZIONE – Rispondendo alle richieste di Confesercenti, l’assessore regionale ha detto che "la moratoria sull’apertura di punti vendita della grande distribuzione, che voi sollecitate, è un caposaldo del programma della Giunta di Regione Lombardia che si impegna a mettere a punto un progetto di legge da sottoporre all’approvazione del Consiglio regionale". "Sarà questa misura – ha rimarcato l’assessore – la prima tappa di un percorso che coinvolgerà il territorio".

COSTO DEL LAVORO, FISCO E OCCUPAZIONE – Il costo del lavoro e l’occupazione sono stati al centro del confronto. "Il lavoro con il rifinanziamento dal Governo della cassa integrazione, le olitiche per la crescita e l’occupazione, la riduzione della pressione fiscale, ma anche la creazione di un’agenzia regionale per la riscossione dei tributi in maniera più equa – ha detto l’assessore – sono priorità dell’attuale Giunta perché è nostra intenzione creare un ambiente amico delle imprese e far diventare la Lombardia un’area a bassa tassazione per chi crea lavoro e occupazione, in particolare tra giovani e donne".

ACCESSO AL CREDITO – "La Giunta – ha ricordato l’assessore – ha messo a punto, d’intesa con Finlombarda, alcune misure choc per favorire la ripresa. Tra queste una linea di credito della Bei per finanziamento alle Pmi, quindi anche quelle del commercio, turismo e terziario, che anticipa 150 milioni di euro per ammodernamenti tecnologici ed efficientamento energetico degli immobili e delle attrezzature".

I DISTRETTI DEL COMMERCIO – Un obiettivo della Regione è la riqualificazione del commercio urbano attraverso l’ulteriore sviluppo dei Distretti del commercio attraverso il quinto bando.
"Dalla dotazione finanziaria – ha annunciato l’assessore -, grazie a una delibera di Giunta da me proposta che verrà presentata domani in Giunta, potremo garantire ulteriori 3
milioni di euro di fondi alle realtà territoriali che fanno rete, che sanno coinvolgere anche i Sistemi turistici locali e diffondono le buone pratiche, portando l’ammontare totale del
bando a 4 milioni".

DOMENICA E VENDITE PROMOZIONALI – Sulla liberalizzazione domenicale e sulle vendite promozionali, l’assessore ha spiegato che "sulle aperture domenicali mi sono confrontato stamani in quarta commissione, Attività produttive". "Sulle vendite promozionali – ha aggiunto – propongo che dopo due stagioni di sperimentazioni ora concluse, livello politico e attori del settore si confronteranno dopo che saranno state affrontate due stagioni di ripresa della programmazione ordinaria dei saldi. A quel punto, insieme, decideremo come sia meglio agire".

EXPO 2015 – "L’appuntamento con l’esposizione universale del 2015 – ha concluso l’assessore – è una grande opportunità, da non perdere, per il marketing territoriale, il turismo e più in generale, tutto il sistema Lombardia. Ecco perché intendo lanciare un fondo rotativo destinato alla riqualificazione e alla competitività delle strutture ricettive, per strutturare il quale abbiamo al momento individuato circa una decina di milioni. Oltre che progetti concreti esistono anche strumenti e sedi di confronto già attive e propositive: penso sia all’Accordo di Programma con il Sistema camerale lombardo sia al Tavolo Lombardia e in particolare al Sottotavolo attrattività del territorio che dev’essere riconvocato al più presto per riprendere l’interlocuzione tra Regione Lombardia, Expo, Comune di Milano e rappresentanze imprenditoriali dell’ospitalità, del commercio, del terziario".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.