Rinnovato il direttivo dell’AIO

Si è svolta l'assemblea annuale dell'associazione Odontoiatri. Il nuovo presidente è Alessandro Marchetti, segretario Claudio Zaro

Nel corso dell’ Assemblea Annuale AIO Varese che si è tenuta presso la sede dell’Ordine dei Medici in Viale Milano 27, è stato eletto il nuovo direttivo per il prossimo triennio. 

Queste le votazioni, per alzata di mano: 
 
PRESIDENTE Alessandro Marchetti (Varese)
SEGRETARIO Claudio Zaro (Samarate)
TESORIERE Alfonso Petrosino (Vedano Olona)
 
Confermati alla guida della Sede Provinciale il Dr. Alessandro Marchetti ed il  Dr. Alfonso Petrosino, garantendo in tal modo la continuità programmatica su quanto di buono fatto nei tre anni trascorsi sotto la Presidenza del Dr. Dino Azzalin , al quale va un sentito ringraziamento da parte di tutta la Professione per l’impegno profuso, anche durante il mandato decennale alla Commissione 
dell’Albo Odontoiatri.
Importante l’inserimento del Dr. Claudio Zaro, Odontoiatra di spicco nella zona del Gallaratese e bassa provincia di Varese, con la carica di Segretario, sul quale l’Associazione punta molto per sensibilizzare alle problematiche odontoiatriche i Colleghi più lontani dal capoluogo.
Alla base del Programma Culturale i cavalli di battaglia che hanno caratterizzato da sempre l’AIO, ovvero l’impegno nella lotta all’abusivismo, il perseguimento di obiettivi della professione Odontoiatrica quali innovazione clinica e strutturale, qualità del servizio e delle prestazioni erogate ai pazienti, aggiornamento culturale scientifico per i Soci e per quelli che lo diventeranno, 
con un occhio di riguardo ai giovani Odontoiatri che si avvicinano alla realtà lavorativa in un periodo congiunturalmente molto difficile, tutela dei Pazienti e della Categoria a livello Istituzionale e locale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.