Rinnovo appalto pulizie nella scuola, presidio delle lavoratrici

Il 30 giugno scade l'appalto i Cobas chiedono la proroga fino ad ottobre per evitare il licenziamento di 144 dipendenti

Le lavoratrici che si occupano del servizio di pulizia nella scuole hanno protestato di fronte alla prefettura per sollecitare le istituzioni riguardo ai probelmi derivanti dal rinnovo dell’appalto che terminerà il 30 giugno. «Il contratto è stato  rinnovato sul piano nazionale – spiega Antonio Ferrari segretario provinciale dei Cobas – il problema è che non si sa ancora quale sarà l’azienda subentrante. E poiché l’azienda attuale ha già avviato la procedura di licenziamento per i 144 dipendenti se non si risolve la situazione queste lavoratrici rimarranno a casa e il servizio da luglio cesserà nelle scuole. Noi chiediamo che tutte le forze sensibili al problema facciano pressione al ministero della Pubblica istruzione chiedendo la proroga del contratto. Il 22 maggio ci sarà un incontro a Roma e in quella occasione  si deve fare la richiesta».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.