Risorge il contrabbando: sequestrate tre tonnellate di sigarette

Diciotto mesi fa prese il via l’operazione “Gold mount”, per contrastare il traffico di tabacchi di contrabbando. I nuovi spalloni sono africani e balcanici. Cento denunciati

A 18 mesi dall’avvio dell’operazione “Gold mount”, finalizzata a contrastare il traffico di tabacchi di contrabbando, è stato tracciato il bilancio finale dell’attività: sequestrate complessivamente circa 3 tonnellate di contrabbando e denunciati oltre 100 soggetti.
La storia e la tradizione della Guardia di Finanza, in particolare quella varesina, affondano le proprie radici nell’antica contrapposizione tra la guardia e lo spallone, il piccolo contrabbandiere che riempiva la sua bricolla con zucchero, cacao, a volte oro ma, nella stragrande maggioranza dei casi, con tabacco lavorato.
La nuova frontiera del contrabbando è ora l’aeroporto di Malpensa, moderno melting pot in cui chi vigila non conosce personalmente, come in passato, il suo “avversario”, ma ne ha elaborato il profiling; sa da dove parte, come acquista i biglietti, come viaggia e quali sono le giustificazioni addotte per motivare i suoi spostamenti; ha costruito sulle fondamenta dell’esperienza maturata sul campo un baluardo fatto di professionalità ed aggiornamento, contro cui molti moderni contrabbandieri si sono imbattuti.
“Gold mount", l’operazione appena conclusasi, si è sviluppata proprio attraverso una valutazione preliminare dei soggetti a rischio, partendo dall’analisi dei risultati conseguiti nel passato e dei fattori di pericolosità, anche grazie ad innovativi software appositamente realizzati, per giungere alla potenziale individuazione dei “sospetti” e del loro prezioso carico.
Nell’arco di 18 mesi, dall’avvio della operazione con le nuove metodologie investigative, sono state sequestrate tre tonnellate di bionde e fermati oltre centocinquanta persone, centouno dei quali denunciati a piede libero e quarantacinque segnalati alla locale Agenzia delle Dogane. I fermati sono accomunati dalla loro provenienza, Europa dell’est e paesi nordafricani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.