San Raffaele, raggiunto l’accordo, salvi i posti

L'accordo prevede il reintegro dei 64 lavoratori che avevano gia' ricevuto la lettera di licenziamento

L’accordo sul salvataggio dell’ospedale San Raffaele e’ stato firmato all’alba. Salvi, fino alla fine del 2014, i posti di lavoro che rischiavano di essere tagliati, mentre i lavoratori che avevano gia’ ricevuto comunicazione in tal senso dall’azienda saranno reintegrati. ”L’accordo prevede – spiega Angelo Mule’, delegato Unsi Sanita’ – il reintegro dei 64 lavoratori che avevano gia’ ricevuto la lettera di licenziamento dall’azienda e la sospensione di qualunque altra procedura di licenziamento collettivo fino a dicembre 2014”.
Tutti salvi, quindi, i 244 posti di lavoro della struttura sanitaria. Nell’intesa, inoltre, non si parla di passaggio del contratto dalla sanita’ pubblica a quella privata. In cambio i lavoratori si rendono disponibili a decurtazioni dello stipendio che ”in media si aggireranno sul 9%” ma si tratta di una percentuale variabile a seconda di una serie di voci retributive diverse a seconda dei casi. Al tavolo, oltre a numerosi consulenti e dirigenti, erano presenti l’Amministratore delegato del San raffaele, Nicola Bedin, le organizzazioni sindacali (che hanno firmato all’unanimita’ l’accordo) e i mediatori dell’Agenzia regionale del Lavoro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.