Scapolan: “Expo è un’opportunità unica”

Il discorso di Renato Scapolan, presidente della Camera di Commercio, in occasione del convegno, che si è tenuto alle Ville Ponti , dedicato all'Esposizione universale del 2015

Di seguito il discorso di Renato Scapolan, presidente della Camera di Commercio, in occasione del convegno, che si è tenuto alle Ville Ponti , dedicato all’Esposizione universale del 2015 
_____________________________

Un caloroso saluto a tutti voi,
che avete accolto il nostro invito a quest’incontro, punto d’avvio di un percorso che, per il nostro sistema economico con le sue imprese e i loro collaboratori, vorremmo sia tanto fruttuoso quanto possono esserli gli effetti di un evento ad altissimo rilievo quale Expo.
Vorrei subito ricordarvi che fra meno di 24 mesi, a partire dal 1° maggio 2015, s’aprirà la grande Esposizione Universale. E il suo cuore sarà a non più di una decina di chilometri dalla provincia di Varese (il territorio più vicino all’area di Rho-Pero, sede della manifestazione). 
È un’opportunità unica che non possiamo non cogliere, alla luce soprattutto dei numeri che parlano di 20 milioni di visitatori attesi, un indotto di 70 miliardi di fatturato e 29 miliardi di valore aggiunto oltre a 200mila posti di lavoro. Di questi, 2 milioni di visitatori (secondo dati del nostro Ufficio Studi) potrebbero raggiungere la provincia di Varese, interessando l’attività di 13.400 imprese dell’indotto della filiera turistica con i loro 57.000 addetti. Si calcola un incremento del 3,5% della stessa filiera turistica provinciale nell’anno 2015 con ricavi complessivi pari a 420 milioni di euro.

La Camera di Commercio, anche in base a un accordo maturato tra Regione Lombardia e Sistema Camerale, intende allora ricoprire con forza e determinazione un ruolo di guida e punto di riferimento sul territorio varesino per il percorso di avvicinamento ad Expo 2015.
Si tratta di una grande opportunità (lo ribadisco) che occorre affrontare con una visione globale, rivolta a tutti i settori economici potenzialmente interessati dall’evento: Turismo, Servizi, Trasporti e Logistica, Produzione. Settori che nell’ente camerale trovano la loro rappresentanza come sistema imprenditoriale.

Da qui la nostra attenzione verso molteplici linee di intervento, come chiarirà meglio tra poco Rudy Collini, Presidente di Promovarese, l’azienda speciale della Camera di Commercio tradizionalmente impegnata nell’attuazione delle politiche di sviluppo economico. Sono linee d’intervento che (traendo anche spunto dal sondaggio “Diteci la Vostra su Expo” online sul sito della Camera di Commercio) vanno dall’accoglienza dei milioni di visitatori al servizio da offrire alle delegazioni straniere che allestiranno spazi espositivi e saranno presenti con proprio personale e propri prodotti alla manifestazione. Ma vanno anche dalle opportunità di promozione territoriale nei confronti degli operatori esteri nei sei mesi di durata di Expo fino alle occasioni di lavoro che l’organizzazione e la gestione dell’evento porteranno prioritariamente ai territori limitrofi.

Su tutti questi temi Varese ha molte aspettative. Da oggi cominceremo a porci degli obiettivi ma anche proporremo degli interrogativi, a cui speriamo ci aiutino a dare risposta gli illustri ospiti della società Expo, di Padiglione Italia, di Eupolis Lombardia e di Camera di Commercio di Milano qui intervenuti (li ringrazio fin d’ora per la disponibilità). Interrogativi e aspettative che emergeranno anche dalla tavola rotonda conclusiva, durante la quale autorevoli esponenti del mondo economico e della stampa locale (che ugualmente ringrazio) ragioneranno insieme per focalizzare meglio le opportunità e le esigenze che il sistema imprenditoriale varesino esprime rispetto ad un evento di portata mondiale come Expo 2015.
Come detto, ci aspettiamo che alcune domande possano trovare adeguata risposta già oggi, grazie alla collaborazione delle personalità milanesi che abbiamo l’onore di ospitare a questo convegno. Per molte altre questioni c’incamminiamo lungo un percorso (da qui al maggio 2015 e oltre) rispetto al quale la Camera di Commercio s’impegna fin d’ora a fare da riferimento, nei confronti delle istituzioni organizzatrici della manifestazione, proprio iniziando dai contatti avviati stamane. Un percorso lungo le linee d’azione che abbiamo citato e che intendiamo portare avanti con un metodo improntato alla massima apertura e partecipazione.

Vogliamo stimolare una progettualità “condivisa” ed evitare, per quanto possibile, la frammentazione delle iniziative e la dispersione delle risorse. Per questo la Giunta camerale nel disegnare il programma del prossimo quinquennio prevederà la possibilità di proporre dei bandi, dei “concorsi di idee”, incentrati sui diversi ambiti (Turismo, Mobilità, Attrazione d’Investimenti, tanto per citarne alcuni) che da Expo potrebbero avere le maggiori ricadute Scorrendo le testate locali negli ultimi giorni abbiamo notato un interesse crescente per Expo 2015 sul territorio (è della settimana scorsa, ad esempio, l’iniziativa del Comune di Varese “Un cantiere di idee e di esperienze”, rivolta a scuole e famiglie). Un ritorno di fiamma che non può che renderci felici e del quale crediamo di essere in qualche modo artefici, avendo contribuito a rialimentare il dibattito sul tema. Questo moltiplicarsi di iniziative, destinate ad aumentare all’approssimarsi dell’evento, ci rafforza nella convinzione che sia indispensabile che sul nostro territorio vi sia un soggetto che si assuma un ruolo di coordinamento delle diverse attività. Lo scopo non può che essere quello di massimizzarne l’efficacia, evitando sovrapposizioni, duplicazioni e dispersione di risorse

Un ruolo di coordinamento che la Camera di Commercio – per la sua vocazione allo sviluppo socio-economico, per la dimensione territoriale e lo spessore istituzionale – può sicuramente ambire a ricoprire. Questo anche grazie alla capacità di attivare relazioni positive con le imprese, con gli altri enti e con le diverse realtà pubbliche, di natura associativa o derivanti da partenariato pubblico-privato operanti nei vari settori di interesse (Turismo, Cultura, Commercio, Tecnologie…)
 Adesso però lascio spazio agli altri rappresentanti delle istituzioni e quindi alle relazioni, che ci consentiranno di accostarci ancor meglio al mondo dell’Esposizione Universale e al suo tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Prima, però, permettetemi di ringraziarVi per l’attenzione

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.