Senza tetto occupano edificio, sgomberati

Intervento di una pattuglia nella zona della stazine ferroviaria. Due clochard avevano forzato i sigilli dei contatori e si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica. L'edificio è stato murato dai proprietari

Occupano un edificio e si attaccano abusivamente alla rete energetica usando una bistecchiera come riscaldamento. Li hanno trovati in queste condizioni gli agenti del commissariato di Busto Arsizio, due romeni di 54 e 43 anni che nella giornata di ieri 7 maggio sono stati denundicati per furto aggravato di energia elettrica e invasione di edifici.
Nei giorni scorsi era stato segnalato che, all’interno di un edificio dismesso di via Bernardino Luini, nella zona della stazione ferroviaria, si aggiravano alcuni individui che probabilmente lo occupavano abusivamente trascorrendovi la notte.
Ieri, di prima mattina, i poliziotti hanno fatto ingresso nello stabile sorprendendovi i due stranieri, entrambi con numerosi precedenti soprattutto per reati contro il patrimonio.

I due senza tetto avevano ricavato nel primo piano dell’immobile un’abitazione fornita addirittura di energia elettrica, ovviamente sottratta in modo fraudolento alla rete Enel alla quale si erano collegati con un cavo dopo aver forzato dei sigilli; in questo modo erano riusciti a riscaldare – con la serpentina di una bistecchiera utilizzata come calorifero – e a illuminare l’ambiente, dotandolo anche di alcuni “comfort” come una radio ed un televisore, peraltro di dubbia provenienza.

Chiaramente le condizioni igieniche dell’immobile sono risultate alquanto precarie, anche perché il piano superiore dell’edificio era adibito a servizio igienico pur essendo sprovvisto di sanitari e di collegamento alla rete fognaria. I due, accompagnati in Commissariato e identificati, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica e allontanati dal territorio nazionale come cittadini comunitari per i quali sono venuti meno le condizioni del soggiorno in Italia.  Lo stabile è stato riconsegnato all’impresa che ne è proprietaria, che ha proceduto a metterlo in sicurezza bonificandolo e murandone gli ingressi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.