Sette i morti al porto, trovato in vita uno dei dispersi

Almeno una decina di sommozzatori dei Vigili del fuoco sono impegnati nelle ricerche, mentre un pontone meccanizzato e' stato portato nella zona della torre crollata

genova nave portoE’ di tre morti, quattro feriti e sei dispersi l’ultimo bilancio provvisorio dell’incidente avvenuto ieri sera nel porto di Genova. Lo hanno reso noto le forze dell’ordine, che proseguono nelle operazioni di ricerca al molo Giano. Almeno una decina di sommozzatori dei Vigili del fuoco sono impegnati nelle ricerche, mentre un pontone meccanizzato è stato portato nella zona della torre crollata. Dei quattro feriti, due sono stati ricoverati in codice rosso. Sono stati portati all’ospedale Galliera e all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena.
La nave, una porta container sembra in uscita dal porto di Genova ha sbagliato manovra e ha urtato la torre attorno alle 23 di ieri sera. Una delle ipotesi avanzate dai tecnici è che i due motori della nave si siano bloccati rendendola ingovernabile.
E’ davvero difficile riuscire a spiegare cosa sia successo, perchè la nave non doveva essere li’”: lo ha detto il presidente dell’Autorità portuale di Genova Luigi Merlo, che in porto segue le operazioni di ricerca dei dispersi. ”La nave stava uscendo, di questo siamo certi. Ma una nave di quelle dimensioni – ha affermato Merlo non fa manovra li’. E’ davvero inspiegabile al momento quanto successo”. Un’opinione condivisa da Fabio Capocaccia, storico segretario generale dell’Autorità Portuale che al quotidiano Genova24.it ha affermato: “E’ una cosa incredibile, quella nave proprio non doveva essere lì”. 
La ‘Jolly Nero’, era diretta a Napoli e avrebbe poi fatto rotta per Port Said, Aqaba, Jeddah, Abu Dhabi, Gibuti, Suez, Misurata, Castellon. La nave ha una stazza lorda di 40.594 tonnellate, netta di 17.083 tonnellate; ha una lunghezza di 239,26 metri e una larghezza di 30.50 metri. Lanave è della flotta della ‘Ignazio Messina & C’, che ha sede a Genova, composta da 14 navi di proprietà e bandiera italiana, più alcune altre noleggiate, tutte specializzate ro-ro container.
Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi sta partendo per Genova per una ”immediata riunione operativa con autorità portuale, capitaneria di Porto e magistratura”. Lo ha riferito lo stesso Lupi parlando a Radio anch’io e aggiungendo che riferirà ”immediatamente” in Parlamento. Al momento, comunque, l’incidente per Lupi, che si è detto ”vicino alle vittime e ai familiari” è ”inspiegabile il mare era calmo” quindi ”sembra che la cosa possa essere legata solo a una manovra errata o a una avaria".
Le tre vittime del tragico incidente avvenuto ieri notte nel porto di Genova sarebbero morte per annegamento. Attorno alle 12 la notizia del ritrovamento in vita di uno dei dispersi: si chiama Maurizio Potenza ed è uno dei piloti del porto.

Ulteriori aggiornamenti sul quotidiano Genova24.it

Galleria fotografica

Tragedia al porto di Genova, le prime immagini 4 di 8
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Tragedia al porto di Genova, le prime immagini 4 di 8

Galleria fotografica

Genova, le ricerche dei dispersi 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.