Settimana della Sclerosi Multipla all’ospedale

A Gallarate il Centro Studi legato al reparto di Neurologia, diretto da Angelo Ghezzi, promuove studi clinici e approfondimenti per il pubblico

L’Azienda Ospedaliera Sant’Antonio Abate partecipa alla settimana nazionale organizzata dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su tale malattia. Le iniziative sono tuttora in corso. Volontari dell’Associazione Amici Centro Sclerosi Multipla di Gallarate e dell’Associazione ISM Sezione Provinciale di Varese sono presenti in Ospedale per fornire informazioni sulla patologia e sull’offerta delle attività di solidarietà a sostegno dei malati e dei famigliari.
Angelo Ghezzi, direttore dell’Unità operativa di Neurologia 2 Recupero neurologico Sclerosi Multipla del nosocomio gallaratese, spiega come lo scenario terapeutico per la cura della SM sia profondamente cambiato grazie ai nuovi farmaci natalizumab e fingolimod, farmaci che si sono aggiunti a quelli comunemente utilizzati, fornendo ai clinici armi più potenti per contrastare questa malattia, che colpisce nel nostro Paese circa 70.000 persone, maggiormente tra i 20 e 40 anni. Altri nuovi farmaci saranno presto disponibili: la teriflunomide e il fumarato. Alte le aspettative da parte dei clinici anche per l’imminente alemtuzumab.
In questo scenario di importante innovazione, il Centro di Gallarate mantiene un ruolo attivo. È partecipe dei più rilevanti trials clinici. Ha consolidato la sua posizione a livello nazionale e internazionale nell’ambito della forma di Sclerosi Multipla pediatrica (rappresenta il 5-10 per cento dei casi). È Centro coordinatore di studi clinici e di sperimentazioni terapeutiche. Sede, da quattro anni, della segreteria del gruppo di studio nazionale “Sclerosi Multipla” (al quale fanno riferimento gli oltre 200 centri clinici italiani), svolge un significativo ruolo di coordinamento di attività e studio.
La settimana dedicata alla SM, edizione 2013, intende porre l’attenzione dei malati, medici e media, sulle problematiche legate alla forma progressiva di malattia. Questa forma, purtroppo, può avvantaggiarsi limitatamente dei farmaci attualmente disponibili.  Tuttavia, gli studi hanno messo in evidenza in modo più preciso la componente di degenerazione che si accompagna a quella infiammatoria e i relativi meccanismi. Pertanto, anche in questo ambito si attendono importanti novità e significativi risultati.

Il Centro Studi fa parte dell’unità operativa di Neurologia, diretta da Angelo Ghezzi. Professor Giancarlo Comi è il direttore scientifico del Centro.
L’Associazione Amici centro studi sclerosi multipla di Gallarate, presieduta da Antonio Aliverti, si è ampiamente radicata nel tessuto sociale ed assistenziale e sostiene l’attività dell’Azienda Ospedaliera Sant’Antonio Abate con iniziative mirate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.