Sotto al lago

Fotografie subacquee, modelli navali e attrezzature storiche da palombaro in mostra fino al 19 maggio

Fino al 19 maggio la biblioteca di Porto Ceresio (VA) ospita un’inconsueta esposizione che combina fotografie scattate sotto ai laghi prealpini, modelli navali di grandi dimensioni – dal Titanic al Normandie, entrambi di 3 metri – e attrezzature storiche da palombaro. La mostra è frutto della collaborazione dei subacquei di GODiving con i modellisti dell’Associazione Navimodellisti Valle Olona-ANVO ed è patrocinata dal Comune di Porto Ceresio che ha inteso nuovamente enfatizzare le iniziative mirate ad accrescere la sensibilità dei cittadini verso le bellezze naturali della nostra terra di laghi e le correlate esigenze di tutela ambientale.

Le foto subacquee e i video sono opera di Oliver Casagrande, Pino Faré, Guidalberto Gagliardi, Fabio Ghezzi e Mauro Ossola. Sono suddivise in modo da esemplificare i principali ecosistemi dei grandi laghi prealpini. I visitatori resteranno impressionati dalla varietà di ambienti naturali che presenta il Lago di Lugano, con pareti verticali di roccia viva, guglie, spaccature, anfratti, buchi, nicchie, piccole caverne, faraglioni, foreste sommerse, pianure sabbiose. Da notare anche gli effetti dell’intervento antropico volontario (fascine di arbusti) e non (relitti). Il tutto con chiare immagini sulla flora e la fauna che popola le acque dolci lombarde: Myriophyllum, ninfee, molluschi, bottatrici, trote, persici, gamberi, pesi siluro, anguille… Come si potrà rimanere indifferenti al fascino e alla delicatezza di questo ambiente? Come si potrà resistere alla tentazione d’immergersi immediatamente sotto al lungolago prospicente la sede espositiva?

I modelli navali esposti, oltre ai due transatlantici, rappresentano alcuni delle riproduzioni di navi che fanno parte della flotta ANVO composta da circa 300 esemplari.  L’allestimento è completato da un raro scafandro da palombaro messo a disposizione da Giammario Semenza, un appassionato bustocco che colleziona le attrezzature da immersione impiegate dai coraggiosi pionieri della subacquea e dai palombari del XIX secolo, cercando di rivitalizzare ingegnosi strumenti che ancora oggi affascinano per la loro semplicità ed efficacia.

La mostra è stata ideata da GODiving (sezione subacquea della polisportiva Pro Patria ARC Busto), un
gruppo di appassionati che organizza corsi di sub e s’immerge tutto l’anno nei laghi praticando una
“subacquea a chilometro zero”. Le fotografie esposte sono a cura di FDS Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.