Studenti del Tosi, scrittori creativi

la classe 5DI dell'Ite ha vinto il "2° Trofeo della lingue italiana". Il concorso, indetto dal Miur con l'associazione Mecenate 90 chiedeva ai ragazzi di proseguire un "incipit"scuola

Sabato scorso, 11 maggio,  presso l‘Istituto Tecnico Economico "Enrico Tosi", ha avuto luogo la premiazione della classe 5DI per il Concorso “2° Trofeo della Lingua Italiana”, indetto dal MIUR in collaborazione con l’Associazione Mecenate 90. La classe ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del Segretario generale dell’Associazione, prof. Ledo Prato, alla presenza del Sindaco di Busto Arsizio, Gigi Farioli.

Il concorso prevedeva la continuazione di un incipit, opera di affermati scrittori italiani, al fine di promuovere un dialogo a distanza tra i professionisti della scrittura e gli allievi. La classe, durante il quarto anno di corso, ha scritto un racconto intitolato “Cercando un altro tramonto”, che ha sviluppato un testo della scrittrice Maria Novella dei Carraresi e che è stato composto secondo la modalità della scrittura creativa e collaborativa, una pratica sicuramente interessante per avvicinare i ragazzi – e non solo – al piacere di scrivere e di leggere.

Durante la manifestazione, gli allievi di 5di, Davide Borsani, Chiara Ferrario, Francesca Martignoni e Matteo Rinaldi, hanno presentato alla platea le modalità di elaborazione del testo narrativo, sottolineando come il lavoro si sia svolto anche grazie all’ausilio delle nuove tecnologie. Le studentesse della 5di, Paola Leonardi, Alessia Pasciucco e Federica Tumminello, invece, hanno prestato la loro voce all’io narrante del racconto, accompagnate da Elena Congiu (5al) al clarinetto.

Nel suo intervento, il prof. Ledo Prato, che ha portato i saluti del Ministero dell’Istruzione, ha illustrato le finalità del Trofeo, in particolare ne ha messo in luce l’importanza nell’ottica di diffondere e promuovere tra i giovani i principi della conoscenza e della valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale italiano.  Un impegno portato avanti quotidianamente dall’Associazione Mecenate 90, che svolge attività di consulenza e di assistenza tecnica nei settori della valorizzazione e gestione dei beni culturali e dello sviluppo del territorio, offrendo servizi alla Pubblica Amministrazione per favorire processi di innovazione organizzativa e gestionale, di partenariato pubblico-privato, di sviluppo locale partecipato. Il prof. Prato ha avuto apprezzamenti alla classe per la qualità della scrittura e l’abilità narrativa, testimonianza di un lavoro intenso e proficuo che ha coinvolto gli allievi, sotto la supervisione del docente di Lettere, Emanuele Marcora. Scrittori non si nasce, si diventa, anche in un Istituto Tecnico, ha rimarcato il prof. Prato.

Maria Novella dei Carraresi, autrice di “Dopo di te il diluvio” e artista poliedrica, ha inviato un messaggio di straordinaria intensità, in cui si congratula con i ragazzi per aver saputo proseguire il suo incipit nel pieno rispetto dei personaggi e dello stile. 

La preside Nadia Cattaneo ha presentato alla platea, folta nonostante il sabato non sia giorno di lezione, le ultime attività realizzate dall’ITE e ha ribadito l’importanza di una didattica basata su competenze chiave: flessibilità e capacità di adattamento, soddisfazione e motivazione sono da sviluppare negli allievi perché costituiscono un valore aggiunto per il mercato del lavoro, la coesione sociale e la cittadinanza attiva. In particolare, ha voluto consegnare un riconoscimento alla classe 4al che si era distinta nel concorso ministeriale “I giovani ricordano la Shoah” per il miglior elaborato lombardo. Un momento significativo, voluto dalla Preside, per fare memoria del triste anniversario del “rogo dei libri” nella Germania hitleriana, il 10 maggio 1933.

La mattinata si è conclusa con le parole del Sindaco, che ha portato i saluti della cittadinanza e ha ribadito l’orgoglio che una Città come Busto abbia realtà d’eccellenza come quella dell’”Enrico Tosi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.