Tacalaspina fa sei: musica e spettacoli per le vie

L'evento si terrà sabato 1°giugno (in caso di brutto tempo l'8) e vedrà per il paese tanti artisti con generi di musica differenti. Immancabili gli stand dedicati al cibo

E sei! Torna per la sesta edizione Tacalaspina, il music street festival che si svolgerà a Travedona sabato 1° giugno (in caso dimaltempo tutto è rinviato alsabato successivo, 8 giugno), diventato ormai un appuntamento importante per tutti gli appassionati della buona musica e del buon cibo. L’evento organizzato come di consueto dall’associazione”ICARE” diTravedona (che si ispira alla figura di don Milani, il celebre priore di Barbana, tra i fautori dell’obiezione di coscienza negli Anni Sessanta).
La manifestazione riesce a radunare nelle vie del paese alcune migliaia di persone, che possono passeggiare tranquillamente in libertà ascoltando musica di ogni genere: dal blues al jazz, dall’afro al reggae, dalfolk alla balkanica.Tutto però rigorosamente acustico o poco amplificato. Le band infatti, si esibiscono nelle piazzette all’aperto senza palco, direttamente in strada attaccando semplicemente un amplificatore alla spina (da quiil nome “Taca-La-Spina”).
Tra le grandi novità di quest’anno, alcune meritano di essere evidenziate: Magicaboola Brass Band, Balacaval e il comico Gianluca DeAngelis. 

Quest’anno ci sarà anche il blues con due fuoriclasse del genere come il chitarrista sardo Francesco Piu accompagnato dal fedele Pablo Leoni, e un altro asso della chitarra blues: Paul Venturi. Esordio a Tacalaspina per il reggae con le star locali Hierbamala.

Non si possono dimenticare glistand gastronomici che rifocilleranno gli avventori diTacalaspina: “Susi e i suoi rustelli buoni e belli” che propone gustosissimi arrosticini secondo la tradizione abruzzese, lo stand Pro Loco con il classico abbinamento “salamella e patatine”, uno stand etnico curato da un gruppo di donne maghrebine e del Bangladesh, Miki e ilsuo pollo fritto con salsa calda, Michele masterchef della pasta in tutte le sue varianti, Thierry e isuoi piatti etnici tra Filippine e Senegal… e molti altri. L’ingresso è, come sempre, gratuito. Per l’occasione, al fine di gestire al meglio l’affluenza di pubblico, verrà allestito una grande area parcheggio. Da lì, a piedi è facilmente raggiungibile l’area pedonale della festa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.