Tela sequestrata in dogana diventa un quadro della Pinacoteca

L'opera dell'autore Rudolf Stingel era stata confiscata al valico di Ponte Chiasso. Il valore stimato è superiore a 130.000 euro

L’opera senza titolo dell’autore Rudolf Stingel “Quadro olio e smalto su tela”, sequestrata dai funzionari doganali del Servizio Vigilanza e Antifrode presso la Sezione Operativa Territoriale di Ponte Chiasso, è stata esposta alla Pinacoteca Civica di Como.
La tela, importata e dichiarata come “pannello decorativo floreale” del valore di 6.000 euro, era stata riconosciuta nel dicembre 2009, in fase di controllo doganale, come opera attribuibile al noto autore sudtirolese, dal valore stimato superiore a 130.000 euro, e posta sotto sequestro.
Alla conclusione del procedimento penale, l’Autorità Giudiziaria ha disposto, con sentenza definitiva, la confisca del dipinto e il Ministro della Giustizia ha rimesso l’opera alla Soprintendenza BSAE di Milano per i Musei Civici di Como, cui è stato affidato il compito di prenderla in carico e di curarne l’esposizione presso la Pinacoteca Civica di Como.
Alla cerimonia ufficiale di consegna dell’opera alla Pinacoteca sono intervenuti: Pier Paola Ercolano – Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Como, Luigi Cavadini – Assessore alla cultura del Comune di Como, Daniele Pescarmona – Soprintendenza per i Beni Storico Artistici e Etnoantropologici di Milano, Maria Letizia Casati – Conservatore della Pinacoteca Civica di Como.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.