Tir “radioattivo” fermato in dogana

Il mezzo era diretto in Italia. Al suo interno era presente un imballaggio con un tasso di radioattività al di sopra della soglia consentita

Intorno alle 14 di oggi, alla dogana di Chiasso Brogeda, un addetto al controllo dei veicoli pesanti ha rilevato delle emissioni radioattive provenienti da un camion con targhe lituane, in transito in Svizzera e diretto in Italia. Lo ha comunicato nel primo pomeriggio la polizia cantonale del Ticino. A titolo precauzionale l’entrata dell’autostrada A2 di Chiasso sud è stata chiusa nonché la rampa di accesso al piazzale per i Tir provenienti da nord. Il camion è stato isolato. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia cantonale, della Polizia comunale di Chiasso e i pompieri di Chiasso e di Bellinzona che hanno effettuato le misurazioni del caso. All’interno di un imballaggio trasportato nel rimorchio dell’autoarticolato è stato rilevato un tasso di radioattività al di sopra della soglia consentita, ma non tale da creare pericoli alla popolazione. L’autista del Tir non ha riportato contaminazioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.