Una regia per scrivere la “Carta delle Politiche Giovanili”

E' stato presentato questa mattina, mercoledì 29 maggio, il piano territoriale in materia di Politiche Giovanili che vede coinvolti i comuni di Varese, Luino e Saronno. Il progetto vede la collaborazioni di soggetti e si muove per la creazione di un progetto unanime sul mondo dei giovani

Un piano territoriale in materia di Politiche Giovanili. E’ stato presentato questa mattina, mercoledì 29 maggio, a Palazzo Estense e vede coinvolti i comuni, in ambito distrettuale, di Varese, Luino e Saronno. Un progetto che vede far rete tra diversi soggetti pubblici e privati e che si pone due obiettivi principali: il primo è quello di creare una collaborazione costruttiva tra territori e tra territorio e giovani, il secondo è quello di attivare una serie di iniziative che stimolino aggregazione e socializzazione nell’ambito di un progetto che guarda ai giovani e alle loro esigenze.
Un progetto che vede come capofila l’ufficio Informagiovani del Comune di Varese e che, nel complesso, coinvolge sessanta comuni e diversi operatori del territorio: cooperative che lavorano nel sociale, soggetti privati e associazione di categoria, proprio nell’idea di creare una rete che possa lavorare insieme per creare una sorta di “vademecum” per gli operatori del settore.
«Sono diverse le attività che verranno svolte durante l’anno – spiega Elena Emilitri di Informagiovani -. La rete di sinergie tra territorio e le iniziative mirate hanno come obiettivo quello di arrivare a realizzare cabine di regia, creare una “consulta giovani” e spazi di democrazia diretta, creare un tavolo giovani amministratori e un tavolo dei giovani imprenditori a livello sovra distrettuale, creare un tavolo tecnico di progettazione a livello sovradistrettuale, sostenere le associazioni giovanili. In ultimo la realizzazione della Carta delle Politiche Giovanili con teorie condivise sul mondo dei giovani ma anche consigli pratici per la realizzazione di piani di lavoro».
La prima iniziativa prevista è la realizzazione di un Open Space Technology, ovverol’individuazione dell’ "agenda" degli aspetti e dei temi che verranno poi sviluppati e approfonditi in futuro e si terrà per sabato 1 giugno alla sede dell’Informagiovani di Varese (Via Como 21). 

Il progetto è stato finanziato da un bando di Regione Lombardia (DG Sport e Politiche giovanili) per 156,000 euro. Il costo complessivo del piano invece è di 501.051,70 euro e comprende anche le risorse complessive stanziate annualmente per i progetti delle politiche giovanili nei comuni coinvolti. In particolare, il Comune di Varese vede un cofinanziamento pari ad € 58.000, integralmente costituito dalla valorizzazione delle risorse di personale operanti nel/per il Servizio InformaGiovani e Politiche Giovanili.

Un progetto che come spiega l’assessore Enrico Angelini: «cerca di affrontare le politiche giovanili partendo dai contenuti e non gli schieramenti. Dobbiamo lavorare insieme sul territorio, anche per la carenza di risorse, coordinandoci e confrontandoci, per condividere le cose utili da fare. Sicuramente teniamo ben presenti tre poli: il lavoro, mobilitando anche l’imprenditoria giovanile, l’associazionismo presente e attivo sul territorio e la creatività, una delle modalità più importanti di azione e prevenzione contro il disagio giovanile». Il dirigente dell’assessorato ai servizi sociale Francesco Spatola ha concluso: «Significa cambiare il modo di lavorare per le istituzioni. Il fulcro è una regia capace di rispondere a tutte le emergenze del territorio».

Le realtà coinvolte:
Comuni nell’Ambito Distrettuale di Varese, Luino e Saronno. Tra i partner si annoverano anche: Comune di Malnate, Provincia di Varese, Ufficio Scolastico Territoriale della Provincia di Varese, Camera di Commercio di Varese, CESVOV – Centro di Servizi per il Volontariato della Provincia di Varese, Coop. Soc. Naturart arl Onlus, associazione L’Albero, Coop. Soc. Totem Onlus, Coop. Soc. L’aquilone, Cooperativa Lotta Contro L’Emarginazione Onlus, Coop. Soc. CODICI, Coop. Soc. A77, ASCOM CONFCOMMERCIO di Saronno, gruppo giovani Pro Loco Luvinate, associazione La Portineria, associazione Il Tassello, associazione Jester Game, associazione Contemporaneamente, Ghost Records & Publishing S.n.C. Tra i soggetti della rete si annoverano: Coop. Soc. META/TURISMO GIOVANILE srl, Tweez S.r.l – Twiggy, Carpe Diem – Fuori Fuori, la rete informale GIO.I.S GIOVANI IMPRENDITORI SARONNESI.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.