Uno studente del Fiorini disegna il logo degli ospedali

Lorenzo dell'Acqua ha vinto il concorso indetto dal direttore dell'azienda ospedaliera di Legnano Dotti per la fondazione che appoggia i 4 nosocomi

Porta la firma di Lorenzo Dell’Acqua, studente dell‘istituto di grafica "Olga Fiorini", il logo della nuova fondazione a servizio degli ospedali riuniti di Legnano, Cuggiono, Magenta e Abbiategrasso.

 
Gli studenti delle classi quarte e quinte della storica scuola di Busto Arsizio sono stati infatti i 
protagonisti del concorso indetto dalla direttrice generale dell’azienda ospedaliera, Carla Dotti, 
che ha voluto coinvolgere i ragazzi nella creazione di un marchio capace di esprimere lo spirito 
della onlus, nata per sostenere la vita dei quattro nosocomi dell’Alto Milanese.
Seguiti dalle insegnanti Alessandra Caprioli e Sara Castiglioni, gli allievi dell’istituto Fiorini hanno disegnato non solo il logo, ma anche l’annesso pieghevole, che illustra lo scopo della fondazione, pubblicizzando inoltre la possibilità di destinarle il cinque per mille.

La scelta della giuria è alla fine caduta sul lavoro di  Dell’Acqua, alunno particolarmente meritevole della classe quarta,  premiato nel corso della serata organizzata all’ospedale nuovo di Legnano per la presentazione della neonata fondazione: la direttrice Dotto  ha apprezzato l’opera vincitrice, «frutto di sensibilità e capace di esprimere al meglio il significato dell’unione fra ospedali».  Presenti per l’occasione Mauro Ghisellini, gestore della scuola bustocca, e il preside Rosario Vadalà.

Lo studente riceverà un ulteriore riconoscimento, durante la festa di fine anno dell’istituto, dalla 
signora Olga Fiorini, fondatrice e ancora oggi anima della scuola che porta il suo nome.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.