Viconago, un borgo da fiaba per due giorni in mano agli Alpini

Sabato 25 e domenica 26 maggio Festa di Gruppo

chiesaviconagoPossiamo immaginare e facilmente prevedere le espressioni di completa attrazione per un visitatore che raggiunga Viconago arrivando da Marchirolo: di fronte un panorama spezza fiato, una balconata che si getta sul golfo di Ponte Tresa; un angolo di mondo dove lo sguardo può bearsi passando tra specchi d’acqua, canali e montagne che incombono dalla Svizzera, dal Comasco e dal Varesotto: questo è uno dei tanti meravigliosi angoli al nord della nostra Provincia, sicuramente tra i più significativi.
Ma qui a Viconago c’è dell’altro: entrando nel centro storico si ha l’occasione di
passare e incrociare stradine ben sistemate, piazze ariose e ben tenute dove si sente il battito di vita della Comunità . Non può mancare uno sguardo a quel gioiello rappresentato dalla Chiesa di S. Antonio Abate le cui origini ci portano indietro nel profumo dei secoli (costruzione del X / XI sec.) attraverso stupendi affreschi che – sulla base delle ridotte disponibilità – un Comitato speciale sta cercando comunque di portare alla luce.
Tra queste meraviglie, il Gruppo Alpini Cadegliano-Viconago-Arbizzo – Sezione di Luino – ha organizzato per sabato 25 e domenica 26 maggio la sua Festa di Gruppo che porta motivazioni speciali.
Sabato sera 25 maggio, con inizio alle ore 21, il Coro Monte Penegra di Cunardo diretto da Riccardo Bianchi terrà un concerto itinerante nel cuore di Viconago e tra la gente partendo dal Sagrato della Chiesa Parrocchiale, cantando nelle piazze, esibendosi eccezionalmente nella Chiesetta di S. Antonio per terminare con un finale e fiaccole alla Baita degli Alpini ed omaggiare un significativo Monumento che verrà inaugurato il giorno successivo.
Domenica 26, alle ore 10,30 Messa nella Parrocchiale S. Giovanni Battista di Viconago celebrata dal Parroco Don Gianni Bianchi e poi sfilata degli Alpini nel paese accompagnata dalla Bandella del Lago Maggiore di Intra con la direzione di Augusto Invernizzi.
E giù alla Baita Alpina scoprimento del Cippo dedicato agli Alpini’’Andati Avanti’’ con particolare menzione al Sottotenente Ugo Sermini del 1° Reggimento Alpini – Medaglia d’Argento al V.M. – deceduto in combattimento a soli 22 anni, il 28 giugno 1916, sull’Altopiano di Asiago.
L’amicizia alpina con pranzo e sana allegria, proseguirà poi sino a sera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.