Vincenzo Barletta nuovo segretario del Pd

Dopo la nomina di Pignataro ad assessore, il Pd indica il nuovo segretario Barletta: "traghetterà" il partito fino al congresso di ottobre

Il Pd di Gallarate sarà “traghettato” fino al congresso di ottobre da Vincenzo Barletta (al centro nella foto), che avrà la carica di segretario dopo le dimissioni di Giovanni Pignataro, nominato assessore all’urbanistica della città. Una decisione presa all’unanimità dal gruppo della segreteria, che da Statuto del partito deve provvedere alla nomina del nuovo segretario in caso che quello in carica si dimetta oltre metà del suo mandato: «Giovedì sera il direttivo, dopo ampia discussione, si è ritrovato concorde sul nome di Vincenzo Barletta» spiega il segretario uscente Giovanni Pignataro (a sinistra nella foto). I due nomi in lizza erano Vincenzo Barletta e Simona Silvestri e «il direttivo era disposto a sostenere con voto all’unanimità entrambe le candidature».

Barletta ha spiegato che il suo compito sarà orientato soprattutto a preparare il congresso, «assicurando massima apertura nella fase precongressuale e massima partecipazione». In un partito in difficoltà dopo le elezioni di febbraio e soprattutto dopo la spaccatura vissuta al momento dell’elezione del Presidente della Repubblica, questo non è un compito facile, forse anche nella realtà di Gallarate: «L’idea di partito che ho è che sia meglio la differenza nella chiarezza che non un’unanimismo di facciata che lascia poi spazio, dopo il congresso, a parole e posizioni in libertà» dice ancora Barletta. Oltre a questo, dovrà occuparsi anche dei rapporti con l’amministrazione comunale di Edoardo Guenzani, che il Pd sostiene con una forte rappresentanza in consiglio comunale. La speranza è quella di poter mantenere non solo unito il partito, ma anche di mantenere rapporti stretti anche con altre componenti: «A Gallarate siamo riusciti a costruire il Pd senza rompere del tutto con chi non ha aderito al progetto per posizioni diverse».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.