Pro Patria, fumata nera per il passaggio delle quote

La cordata di imprenditori interessata all'acquisto ha chiesto ancora 24 ore per esaminare alcuni dettagli e ha diramato un comunicato che azzera le voci sui nomi della nuova dirigenza. La scadenza per la fideiussione è vicinissima

Il giorno del passaggio di consegne doveva essere oggi, giovedì 27, ma non c’è stato. La Pro Patria è ancora nelle mani di Pietro Vavassori e il gruppo di imprenditori bergamaschi e milanesi ha chiesto altre 24 ore per verificare meglio alcuni numeri. Se non ci saranno altri intoppi da domani, venerdì, i biancoblù avranno nuovi padroni del vapore (che a quel punto usciranno allo scoperto, ndr) e una fideiussione da 600 mila euro versata nei termini previsti (il 30 giugno, o meglio il 1° luglio). Nel frattempo la trattativa prosegue nel massimo rieserbo e ogni voce destabilizza un quadro delicato.
A conferma di ciò il comunicato diramato dagli stessi acquirenti che riportiamo integralmente: «Il gruppo che sta acquisendo l’Aurora Pro Patria 1919 – si legge – comunica ufficialmente che saranno presi provvedimenti nei confronti di persone che hanno abusato e approfittato nel corso della trattativa per promuovere la propria immagine ai danni di reali acquirenti. Inoltre si precisa che non è stato formalizzato ancora alcun ruolo all’interno della società. Si comunica altresì che la cordata presenta non solo imprenditori bergamaschi, ma anche milanesi all’interno del gruppo interessato alla formazione bustocca. Ad oggi quindi nessuna persona può parlare a titolo di rappresentanza delle possibili e future strategie del club».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.