A-8: lo sconto vale solo per un casello

La segnalazione di alcuni lettori che hanno effettuato la registrazione al sito Telepass: lo sconto su due stazioni si applica solo nei sistemi autostradali chiusi, nei quali l’Autolaghi non rientra

casello autostradaleLa "fregatura" per i pendolari nostrani si nasconde in due parole: “sistema aperto”; l’autolaghi rientra fra le autostrade in cui l’utente non paga in base alla distanza percorsa. Lo hanno scoperto oggi alcuni pendolari varesini trovando l’inghippo fra le pieghe della registrazione nel sito Telepass: lo sconto voluto dal Governo dopo i rincari del 2014 per le autostrade, sulla tratta dell’Autolaghi, è valido solo per un casello. Ce l’hanno segnalato alcuni lettori che, come molti altri in Italia, stanno trafficando sul portale Telepass per operare la registrazione e avere quindi la possibilità di veder riconosciuta la riduzione.
Il problema sta nel fatto che nei cosiddetti “sistemi autostradali aperti”, lo sconto si pratica solo in un casello.
Ma cos’è un “sistema aperto”? Si tratta di quel sistema “dove l’utente della strada non paga in base alla distanza percorsa. Sul percorso sono disposte barriere autostradali (comunque non in ogni svincolo), in corrispondenza delle quali l’utente paga una somma fissa, dipendente solo dalla classe del veicolo” (fonte: wikipedia).
“Per sistema aperto – dice infatti il sistema Telepass – si intende una percorrenza in cui si effettua un pagamento fisso del pedaggio direttamente al casello o alla barriera attraversata durante il transito”.
E quali sono i caselli che rientrano nei sistemi aperti?
Il sito fa un lungo elenco (che pubblichiamo più in basso) tra cui figurano anche “Milano Nord” e “Svincolo Gallarate” e “Gallarate Nord”. Quindi, per esempio, l’utente che entra in autostrada a Solbiate Arno per arrivare a Milano, potrà chiedere lo sconto secondo le nuove regole non per entrambi i caselli, ma solo per uno.

Ecco l’elenco delle tratte autostradali italiane e delle relative stazioni, nelle quali quali non possono quindi chiedersi sconti per due caselli perché “sistemi aperti”:

Sistemi aperti – stazioni. Descrizione Stazione

Milano nord
Lainate
Como Grandate
Fino Mornasco
Gallarate Svin
Gallarate Nord

Roma Ovest
Maccarese freg.
Aurelia
Civitavecchia s
Torrimpietra
Avigliana
Salbertrand
Villafranca
Govone
Cherasco
Villanova svincolo
Fiano romano
Melegnano
Cast. di porto
Caserta sud
Pomigliano

da: wikipedia

Sistema autostradale chiuso
Il sistema autostradale chiuso è applicato alla maggior parte delle autostrade italiane. Prevede che il conducente (non munito del sistema di pagamento elettronico Telepass) del veicolo ritiri un apposito biglietto all’ingresso dell’autostrada e paghi l’importo dovuto all’uscita. Se muniti del sistema Telepass le due procedure sono completamente automatiche e il conducente nei portali elettronici di rilevamento posti negli ingressi e nelle uscite dalle autostrade soggette a pagamento del pedaggio deve solo procedere alla velocità massima di 30 km/h senza la necessità di fermarsi.

L’importo è direttamente proporzionale alla distanza percorsa dal veicolo, al coefficiente della sua classe e a un coefficiente variabile da autostrada ad autostrada, detto tariffa chilometrica.

Sistema autostradale aperto
Il sistema autostradale aperto è meno diffuso del sistema chiuso. È applicato sull’autostrada dei Laghi, sulle tangenziali di Milano (A50, A51 e A52), sulla Tangenziale di Torino, sulla tangenziale di Napoli, sull’A3 nel tratto Napoli – Pompei – Salerno (a gestione Autostrade meridionali), sull’A12 nel tratto Roma – Civitavecchia, sull’A32 e sull’A33 nei tratti Asti-Alba e Cherasco-Bra.

A differenza del sistema autostradale chiuso, nel sistema aperto l’utente della strada non paga in base alla distanza percorsa. Sul percorso sono disposte barriere autostradali (comunque non in ogni svincolo), in corrispondenza delle quali l’utente paga una somma fissa, dipendente solo dalla classe del veicolo.

L’utente quindi può percorrere tratti dell’autostrada senza pagare nessun pedaggio in quanto le barriere possono non essere presenti nel tratto percorso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore