Appalto rifugiati, la Lega vuole gli ispettori in Prefettura

Il carroccio presenta due interrogazioni parlamentari e invoca maggiore trasparenza

La Lega Nord chiede un’ispezione nei confronti della Prefettura di Varese, da parte del ministero dell’interno. Secondo il senatore Stefano Candiani e il deputato Nicola Molteni, l’assegnazione alla cooperativa Integra, deciso a gennaio a seguito di un’offerta presentata con il critierio del massimo ribasso, va rivisto. Motivo? La coop che ha vinto l’appalto dello sportello rifugiati a Malpensa ha sede allo stesso indirizzo di una associazione (nord & sud) a cui aderiscono alcuni dipendenti della prefettura. Lo afferma la Lega Nord in un comunicato. 
«Quello che emerge – dichiara il senatore della Lega Nord Stefano Candiani – è un groviglio di legami che dopo la violazione della busta proprio nei locali della Prefettura e la discutibile verifica dei requisiti legali dei partecipanti al bando di gara, potrebbe anche assumere tratti più inquietanti, ma spero di sbagliarmi».

«Mi aspetto finalmente indagini accurate»– gli fa eco Marco Pinti, segretario del Carroccio cittadino, mentre per il provinciale Matteo Bianchi : «E’ ora di chiudere tutti i centri di accoglienza di ogni ordine e grado sul nostro territorio. Non è tollerabile – prosegue – che in un Paese in crisi si spendano risorse preziose per assistere solo gli altri, mentre i nostri concittadini non riescono ad arrivare a fine mese». 

La prefettura tuttavia ribatte che l’appalto in questione è stato assegnato seguendo le procedure di legge e che nessun rilievo può essere mosso all’ente. La Lega contesta anche il fatto che la Integra non sarebbe iscritta presso un registro della presidenza del consiglio, ma secondo la prefettura l’avviso di gara non lo prevedeva.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore