Caduto tra le acque del Ticino muore un cane senza vista

A volte non è solo l'uomo trovarsi in difficoltà a richiedere aiuto. Per tre piccoli animali, in luoghi diversi della provincia, è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco

A volte non è solo l’uomo trovarsi in difficoltà a richiedere aiuto. Oggi pomeriggio, sabato 8 febbraio, per tre piccoli animali, in luoghi diversi della provincia, è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.
L’episodio più grave è quello che ha visto protagonista un cane che non è riuscito a sopravvivere dopo esser caduto nel fiume Ticino tra il ponte di Varallo Pombia e Somma Lombardo, sulla sponda piemontese. Si trattava di un animale cieco finito tra le gelide acque del fiume. Per lui non è bastato nemmeno il pronto intervento dei vigili del fuoco accorsi dalla sede dei volontari di Somma Lombardo, dalla squadra varesina dei Saf (divisione fluviale) e perfino con l’ausilio di un elicottero. Per l’animale non c’è stato niente da fare ed è scomparso tra le acque.

Un altro intervento si è reso necessario a Dumenza, dove è stato recuperato un gatto con l’aiuto dei vigili del fuoco di Luino e, infine, a Ranco la squadra dei Saf e la squadra dei vigili del fuoco volontari di Laveno hanno recuperato un pappagallo dopo la richiesta di intervento del padrone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.