Cardano Vive: “Rilanciamo il progetto politico cominciato da Laura Prati”

Assessori e consiglieri comunali uscenti della lista Cardano Vive, appartenenti alle forze politiche FdS, IdV, SEL, Socialisti ed indipendenti, richiamano sull’importanza del progetto, al di là dei nomi dei candidati sindaci

Non contano i nomi dei candidati sindaci, ma il progetto e la volontà di proseguire nel solco tracciato da Laura Prati. È questo il senso dell’intervento di assessori e consiglieri comunali uscenti della lista Cardano Vive, appartenenti alle forze politiche FdS, IdV, SEL, Socialisti ed indipendenti (Costantino Iametti, assessore e sindaco facente funzioni; Nicola Del Vecchio, assessore; Enrico Pozzi, assessore; Daniela Tomasini, assessore; Stefano Di Maio, consigliere;
Rocco Putignano, consigliere; Marco Zocchi, consigliere), dopo le prime discussioni e indiscrezioni sul candidato sindaco chiamato a succedere alla sindaca uccisa in Comune nel luglio 2013.

«In questi mesi si è discusso a lungo sul rilancio del progetto di Cardano Vive. Vogliamo continuare tale progetto senza però escludere l’ipotesi di allargamento dell’attuale maggioranza ad altre forze, allargamento che continuiamo a considerare una risorsa ed un’opportunità. Abbiamo appreso con rammarico dai mezzi di informazione della chiusura senza appello da parte della lista Cardanoincomune a questa ipotesi, in quanto avrebbe giudicato inconciliabile il proprio progetto con quello dell’attuale coalizione di Cardano Vive. Confermiamo ciò che abbiamo sostenuto negli ultimi mesi: alle prossime Elezioni Comunali noi saremo presenti con quel progetto che si è interrotto con la tragica morte della nostra Sindaca Laura Prati. Proponiamo in questo senso che si giunga velocemente alla definizione dei componenti la lista e del relativo programma. Rispettiamo e non vogliamo entrare nell’attuale dibattito interno al PD sul Candidato Sindaco: Andrea Franzioni e Angelo Bellora sono entrambe persone capaci e degne di stima. Ribadiamo però, una volta di più, che il Candidato Sindaco è per noi figura di garanzia per la continuità del nostro progetto; a questa e non ad altre logiche ci atterremo. Auspichiamo infine che la discussione sul Candidato Sindaco finisca in tempi brevi, per poter partire al più presto con il confronto sulle priorità da affrontare insieme, con pari dignità, in vista delle prossime Amministrative».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore