Cirigliano (Sel): “Accam sta rispettando la convenzione?”

Il consigliere d'opposizione interpella il sindaco sul rispetto dell'articolo 7 della convenzione che costituisce il diritto di superficie: "Se non ha rispettato il contratto va messa in mora"

La questione Accam torna ad infiammare il dibattito politico cittadino. Dopo le mosse che il sindaco ha annunciato in commissione ambiente, di voler mettere in atto per sbloccare le due vicende del revamping di Accam e della nuova società di gestione del ciclo dei rifiuti, ecco che le opposizioni cominciano ad organizzarsi anche alla luce delle recenti polemiche innescatesi tra amministratori dei comuni de consorzio. Marco Cirigliano, consigliere di Sel, strizza l’occhio al comitato contro l’inceneritore di Borsano e ai sostenitori della proposta Rifiuti Zero proponendo un’interrogazione in merito alla convenzione che il sindaco ha anche annunciato di voler allungare di ulteriori 10 anni, quella tra Accam e Comune di Busto Arsizio inerente la cessione di diritto di superficie: «Il contratto di costituzione di diritto di superficie comprendeva al suo interno obblighi, dichiarazioni e garanzie da parte del beneficiario (Accam) nei confronti del concedente (Comune di Busto Arsizio). Sono stati rispettati?»

Cirigliano fa riferimento all’articolo 7 dove vengono appunto definiti gli obblighi di Accam in merito a studi comparativi tra le diverse forme di smaltimento, atte a ridurre al minimo le conseguenze negative della produzione e gestione dei rifiuti, per la salute umana e per l’ambiente. Non solo perchè il contratto prevedeva anche relazioni che potessero andare in direzione della direttiva Ue 2008/98 per promuovere la pratica della gerarchia dei rifiuti con particolare attenzione alla prevenzione, il riutilizzo e il riciclaggio da preferirsi alla valorizzazione energetica, nella misura in cui queste rappresentano le migliori alternative dal punto di vista ecologico. «Se no, – conclude Cirigliano – l’Amministrazione necessita mettere in mora Accam affinché adempia quanto prima essendo prioritario l’accertamento di cui trattasi rispetto alla relazione Bain in merito al revamping?»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.