Concerto della Pasquinelli Young Orchestra

Sabato 15 febbraio, prima uscita ufficiale dell'Associazione ImmaginArte scuola Suzuki di Varese che fa parte del sistema di orchestre giovanili creata dal maestro Abbado

Il 15 febbraio si terrà ad Arcisate un concerto con brani classici e musiche della tradizione popolare per far conoscere il Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili voluto dal maestro Abbado e del quale è entrata a far parte l’Associazione ImmaginArte Scuola Suzuki di Varese.

L’Associazione ImmaginArte, infatti, dal 14 gennaio scorso, è ufficialmente Nucleo del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili in Italia, voluto dal Maestro Claudio Abbado ispirandosi al modello operativo da oltre 35 anni in Venezuela. Seguendo questo esempio, infatti, il grande maestro ha deciso di dare vita nel 2010 anche in Italia a un Sistema che vuole contribuire al rinnovamento sociale tramite la fondamentale esperienza della musica. Attualmente al Sistema appartengono 45 Nuclei distribuiti in 14 Regioni italiane. 
In queste settimane l’Associazione ImmaginArte si prepara al primo evento ufficiale sul nostro territorio nella nuova veste, grazie a un concerto organizzato dall’Acli di Arcisate e dal Gruppo Culturale La Fornace e patrocinato dalla Fondazione Cattaneo, nell’ambito del progetto “Una Primavera per…”. 


Il concerto si terrà sabato 15 febbraio (ore 16) presso la basilica di San Vittore ad Arcisate (piazza Battistero). Qui suonerà la PYO (Pasquinelli Young Orchestra) diretta da Carlo Taffuri, ossia la sezione lombarda del Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili in Italia della quale, per l’occasione, faranno parte molti dei bambini della scuola Suzuki di Varese, gestita appunto dall’Associazione ImmaginArte. Il concerto del 15 febbraio vede mescolarsi brani classici e musiche della tradizione popolare di tutto il mondo. 
Inoltre domenica 16 febbraio (ore 11) la PYO diretta da Carlo Taffuri suonerà al Teatro Dal Verme di Milano nell’ambito della stagione dei Piccoli Pomeriggi Musicali con lo stesso programma. 
“Far parte del Sistema – dice il direttore della scuola Suzuki di Varese, Carlo Taffuri – significa per noi cogliere l’occasione per ribadire il ruolo che la musica riveste nell’educazione dei più piccoli dal momento che suonare insieme significa anche abituarsi alla disciplina e al rispetto”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore