Denunciato per atti osceni: “È stato solo un momento di libidine”

Un uomo è stato sorpreso da due donne nel Parco del Lura dove indossava solo l'impermeabile. Ai carabinieri ha spiegato che "si era solo preso un momento di libertà"

Accusato di atti osceni in pubblico in un parco di Caronno Pertusella è stato fermato dai carabinieri. Ma di fronte ai militari si è difeso così: “Atti osceni? No, mi sono solo preso un momento di libidine nel parco”.
Protagonsita della vicenda un uomo di 47 anni di Linate che è stato denunciato dai carabinieri per atti osceni in luogo pubblico dopo essere stato fermato dai militari. Nei giorni scorsi, infatti, due donne saronnesi, una 62enne ed una 76enne, stavano passeggiando vicino al torrente Lura introno alle 15.30. Hanno visto un altro uomo nell’area verde, pensando fosse un altro amante della natura che approfittava di una bella giornata di sole. 
Quando le due signore gli sono passate di fianco hanno notato che l’uomo indossava la giacca, un impermeabile, ma non i pantaloni e la biancheria intima. Le donne hanno chiamato i carabinieri che sono arrivati sul posto mentre il 47enne stava ancora cercando di rivestirsi. L’uomo è così stato accompagnato in caserma dove ha spiegato, senza nascondere un certo imbarazzo, come volesse solo prendersi qualche libertà. Ma la denunica è stata comunque compilata. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore