Dopo l’occupazione ancora denuncie per i giovani “Senza Casa”

Dopo lo sgombero della casa Aler di via Torricelli, il terzo in meno di un mese, la Questura elenca i provvedimenti adottati nei confronti degli occupanti

Sgombero dell’immobile illecitamente occupato in Saronno Via Torricelli. Denunce a piede libero. Nella prima mattinata del 20 febbraio è stata effettuata l’attività di sgombero dell’immobile illecitamente occupato da alcuni giovani nel Comune di Saronno. L’invasione dell’edificio di proprietà dell’A.L.E.R. Lombardia è stato effettuato lo scorso lunedì con la forzatura della porta d’ingresso che ha permesso agli occupanti di introdursi nell’appartamento sito al terzo piano della palazzina di Via Torricelli.
L’intervento della Polizia di Stato, con il supporto dell’Arma dei carabinieri per la gestione del conseguente servizio di gestione dell’ordine pubblico e della Polizia Locale per le viabilità, è stato eseguito in massima sicurezza per gli operatori e per gli occupanti stessi.

«All’interno dell’immobile, dopo la forzatura della porta d’ingresso "blindata" dagli occupanti, sono stati identificati tre giovani, due dei quali già responsabili delle precedenti occupazioni in Saronno dei giorni scorsi (Via Don Monza e Via Randaccio) e vicini al sodalizio anarchico del centro sociale locale Telos – spiegano dalla Questura -. Inoltre, sono stati identificati due ulteriori soggetti che avevano il ruolo di vigilare l’eventuale arrivo delle forze dell’ordine per il ripristino della legalità. Anche questi due ragazzi conosciuti dalle forze dell’ordine erano tra i responsabili delle precedenti occupazioni rivendicate dal Comitato Autorganizzato Saronnesi senza casa. Durante le operazioni di sgombero si sono avvicinati allo stabile una dozzina di ragazzi, tra cui alcuni esponenti del predetto Centro Sociale, per manifestare la vicinanza ai conoscenti individuati all’interno dell’appartamento occupato e il disdegno per il ripristino delle condizioni di legalità e per la consegna dell’immobile a personale dell’A.L.E.R. Gli occupanti identificati all’interno dello stabile sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio per invasione arbitraria di edificio altrui e danneggiamento, delitti aggravati dalla circostanza del concorso di persone».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore