Giorno del ricordo, Marsico: “Conoscere il passato è necessario”

Le parole del consigliere regionale nell'anniversario istituito per commemorare sia i massacri delle foibe che l’esodo istriano giuliano dalmata

«È necessario far conoscere alle giovani generazioni quel capitolo di storia che ha riguardato la vita di trecentocinquantamila esuli istriano-giuliano-dalmati e dei circa diecimila nostri connazionali che hanno trovato la morte nelle foibe. Il Consiglio regionale lombardo, attraverso il concorso su questa tematica riservato alle scuole, ha saputo essere lungimirante consentendo agli studenti lombardi di confrontarsi con avvenimenti che hanno segnato la storia del nostro Paese e la vita di intere famiglie e di visitare quei luoghi». Queste le parole del consigliere regionale di Forza Italia-Popolo della Libertà Luca Marsico in merito al decimo anniversario all’istituzione del Giorno del Ricordo volto a commemorare sia i massacri delle foibe che l’esodo istriano – giuliano – dalmata.
«In questo processo di riscoperta storica anche la città di Varese, meta di un nucleo importante di esuli, perfettamente integrati nel tessuto sociale della città, ha riconosciuto, attraverso l’inaugurazione, lo scorso anno, dei giardini istriano –giuliano – dalmati l’importanza e il ricordo rispetto ai coloro che, come li ha definiti Indro Montanelli, sono” italiani due volte, per nascita e per scelta”, dimostrando, attraverso il loro coraggioso atto, amore per la nostra Nazione. Non posso dimenticare, alla vigilia di quello che sarebbe stato il suo novantatreesimo compleanno, la figura dell’indimenticabile Ottavio Missoni, ambasciatore del Made in Italy nel mondo e simbolo d’eleganza nonché Sindaco del libero comune di Zara in esilio. La sua simpatia e arguta ironia hanno, sempre accompagnato le celebrazioni del Comitato varesino dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia(A.N.V.G.D.) guidata da Sissy Corsi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.