Giuseppe Zamberletti riceve La Martinella

L'onorevole è stato insignito della massima onorificenza comunale alla presenza delle massime autorità politiche e cittadine

“A nome del governo cittadino, il Sindaco è onorato di conferire la massima onorificenza comunale Martinella del Broletto anno 2014 all’Onorevole Giuseppe Zamberletti figura di spicco della politica italiana, Amministratore locale nella sua Varese, Ministro della Repubblica, padre fondatore della Protezione civile italiana, esempio di altissimo impegno, profonda umanità, indiscussa professionalità e spirito di servizio profusi a favore della cittadinanza in particolare nell’attività di soccorso, gestione delle emergenze e coordinamento di interventi a tutela delle popolazioni e delle comunità colpite da catastrofi e calamità naturali onorando, con il suo operato, la Città di Varese”.

Con queste motivazioni è stata consegnata questo pomeriggio all’Onorevole Giuseppe Zamberletti la Martinella del Broletto 2014. Entrato in Consiglio Comunale giovanissimo nel 1956 ha attraversato la vita politica italiana ma il suo nome è soprattutto legato alla storia della Protezione Civile Italiana, che ha contribuito a costituire. «La necessità della Protezione Civile nasce non solo dall’esigenza di avere una buona organizzazione nel soccorso, ma nell’esigenza di evitare di soccorrere. Non possiamo evitare i terremoti o le grandi piogge, ma le conseguenze»   ha dichiarato Zamberletti ricevendo La Martinella «Ringrazio Varese che mi ha votato per ben sette volte, una città riconoscente alla quale devo chiedere scusa – continua l’onorevole – per le mie assenze durante i lunghi mesi in cui ero impegnato in Irpinia e Friuli, ma la città ha riconosciuto il mio lavoro e ha continuato a votarmi».

Zamberletti è infatti stato Commissario Straordinario del Governo nel Friuli 1976, Commissario del Governo per l’organizzazione del soccorso e per le attività di assistenza ai profughi del Vietnam nel 1979; Commissario Straordinario del Governo in Campania e Basilicata dopo il terremoto del 23 novembre 1980. Ministro della Protezione Civile nei due Governi Spadolini, nei due Governi Craxi e nel Governo Fanfani, nel quale ricopre anche la carica di Ministro dei Lavori Pubblici.

Nato a Varese il 17 dicembre 1933, Giuseppe Zamberletti è eletto deputato il 19 maggio 1968, nella circoscrizione di Como – Sondrio – Varese, è stato rieletto deputato il 7 maggio 1972, dove ha ricoperto la carica di Sottosegretario all’Interno nel IV e V Governo Moro e nel III Governo Andreotti, con delega per la Pubblica Sicurezza e per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e Protezione Civile. È stato anche sottosegretario agli Affari Esteri nel I e II Governo Cossiga.

Congratulazioni sono giunte da diverse parti politiche: «Il Gruppo Nuovo centrodestra della Provincia di Varese esprime grande affetto e si congratula con l’onorevole Giuseppe Zamberletti che oggi riceverà la Martinella del Broletto 2014, massima onoreficenza della città di Varese. Zamberletti è un chiaro esempio di come l’impegno politico sia coinciso con un lavoro onesto e concreto al bene comune, con una riconosciuta dedizione civica sempre legata alla capacità di servire i cittadini. A lui, che è stato politico di spessore e un grande innovatore nel nostro Paese, viene giustamente conferito il riconoscimento più significativo per la vita civile e sociale del comune di Varese».«»

«Il conferimento all’Onorevole Giuseppe Zamberletti della Martinella del Broletto rappresenta il giusto riconoscimento ad un uomo politico che ha onorato la città e provincia di Varese attraverso il suo operato come amministratore locale – afferma consigliere regionale di Forza Italia-Popolo della Libertà Luca Marsico, che è anche Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile – parlamentare, Ministro della Repubblica e, soprattutto, come padre fondatore della Protezione Civile Italiana. Il suo esempio, le sue doti di umanità, capacità gestionali di coordinamento delle emergenze con sincero spirito di servizio e grande capacità a favore di popolazioni colpite da calamità naturali  sono un esempio di buona politica nell’azione del bene comune: a lui vanno le mie più sentite congratulazioni e l’augurio che la sua esperienza possa sempre essere da guida anche per i giovani che si impegnano, a vari livelli, nella amministrazione della Cosa pubblica o dedicano del tempo quali volontari della Protezione Civile».

La storia della Martinella. La “Martinella” era la campana che anticamente convocava i cittadini presso la sede municipale del Broletto. Oggi è collocata nella torretta di Palazzo Estense e saluta l’elezione dei nuovi sindaci, perpetuando simbolicamente la convocazione della municipalità attorno ai momenti più significativi della vita civile e sociale della nostra comunità. Il premio Martinella del Broletto venne istituito nel 1985 come solenne riconoscimento per quei cittadini che avessero dimostrato particolare spirito di servizio a favore della città, i vari campi in cui sono impegnati i varesini. Si era ritenuto così di individuare il simbolo nella campanella dell’antica sede del Comune, in piazza del Podestà. Il primo cittadino a ricevere tale riconoscimento fu, sempre in quell’anno, l’ex sindaco di Varese Mario Ossola. Il riconoscimento fu poi rispristinato nel 1999.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore