Gli studenti e la Resistenza, tra incontri e concorso grafico

L'Anpi sta portando avanti una serie di appuntamenti con ragazzi e ragazze dell'Istituto Falcone, che parteciperanno poi ad un concorso per opere grafiche o fotografiche

Le origini della Repubblica italiana, il riscatto dalla dittatura fascista, la Resistenza. Sono i temi al centro del ciclo di incontri che la sezione di Gallarate dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia sta portando avanti con alcune classi dell’Istituto Falcone di Gallarate. Il ciclo d’incontri, partito sabato 8 febbraio, coinvolge gli studenti delle terze e delle quinte superiori dei settori “grafico pubblicitario” e “fotografico” del Falcone e gode del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate.

Il primo appuntamento (“Il ventennio fascista: facciamoci i conti”) ha visto la presenza del professor Giancarlo Restelli, mentre sabato 15 febbraio Roberto Cenati, presidente provinciale Anpi Milano, dialogherà con gli studenti e con il partigiano Luigi Grossi (nome di battaglia Cin) su “La Resistenza Italiana: tra storia e mito – I valori di allora e quelli di oggi”. Terzo appuntamento, come sempre al mattino dalle 9 alle 11 ma questa volta di venerdì (21 febbraio), vedrà come ospite Riccardo Conte, che parlerà di “Storia e analisi sociale della Costituzione Repubblicana – A che punto siamo?!”-

«L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle Celebrazioni per il 70° anniversario del periodo Resistenziale, vedrà una seconda fase, più prettamente artistico-creativa, dove si invitano gli studenti delle terze classi a realizzare delle tavole grafiche e/o fotografiche rappresentanti i temi trattati durante il corso, con ampia libertà creativa anche rispetto alle tematiche trattate in ciascuna giornata» spiega il presidente di Anpi Gallarate Michele Mascella. I lavori realizzati dagli studenti saranno poi esposti nel Palazzo Minoletti di Gallarate dal 25 Aprile al 4 Maggio 2014 e successivamente premiati (in data e luogo da definire) con alcuni premi dedicati alla memoria di Ambrogio Zocchi, partigiano gallaratese recentemente scomparso.

Nella convinzione che l’evento si inserisce a buon titolo nelle attività culturali della Città di Gallarate, coinvolgendo Scuole ed Istituzioni, saremmo grati ove dello stesso venisse data giusta diffusione a mezzo stampa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.