I consiglieri del MIN abbandonano la seduta

Alla base del dissidio "mozioni trascurate ed eluse". Fuori dall'aula Pietro Agostinelli Agostinelli e Vittorio Sarchi

Riceviamo e pubblichiamo

Non poteva andare diversamente. Lo statico equilibrio del Consiglio Comunale di Luino ieri ha avuto una scossa. Ed ancora una volta è toccato ai due consiglieri del Movimento Italia Nazione richiamare l’attenzione su procedure che tutti sono chiamati a rispettare. Lo hanno fatto senza mezze misure, con un gesto forte e inequivocabile. Abbandonando la seduta. Che doveva fare il capogruppo Agostinelli, di fronte a quelle sue mozioni perennemente trascurate o scientificamente eluse? Che altro si aspettavano i componenti di un organo nato e preposto per accogliere, vagliare e dare seguito a ciò che ogni Consigliere in virtù del proprio mandato è tenuto a presentare, e che invece lasciano tali richieste naufragare nel nulla, dopo risposte evasive? E allora ieri sera all’apertura dei lavori, Pietro Agostinelli ha preso la parola, ha elencato fatti e circostanze, ha arringato l’assemblea sui diritti e sul rispetto della figura di Consigliere Comunale e per protesta ha poi abbandonato la seduta seguito a ruota da Vittorio Sarchi. Allibiti gli altri consiglieri, il sindaco e il pubblico presente tra cui alcuni giornalisti. Ma non c’era altra soluzione. E’ tempo di richiedere a tutti i membri del palazzo, di fare per bene tutto ciò che il loro ruolo impone, nel rispetto del lavoro altrui. E visto che l’opposizione si fa stancamente i fatti suoi, è il Movimento Italia Nazione quando è necessario, a fare da opposizione. L’avevamo detto e ripetuto a suo tempo, che questa maggioranza avrebbe dovuto mostrarsi più disponibile, ma il nostro atteggiamento è stato sottovalutato o considerato come uno spot elettorale. Inevitabile questo epilogo.

Ufficio Stampa MIN

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore