I lavoratori della Multimedica accettano i contratti di solidarietà

Ora i sindacati della funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil si attendono che il gruppo ritiri la procedura di licenziamento sul polo sanitario castellanzese che prevedeva 43 licenziamenti

I lavoratori della Multimedica di Castellanza hanno votato a favore dei contratti di solidarietà. Al termine delle assemblee svoltesi il 13 febbraio nel presidio sanitario di Castellanza del gruppo, per illustrare ai lavoratori il contratto di solidarietà sottoscritto da CGIL CISL e UIL il 7 febbraio. Le organizzazioni sindacali hanno sottoposto il documento al voto certificato e segreto dei dipendenti. L’accordo prevede 17 giornate di sospensione dal lavoro per tutto il personale (ad esclusione del reparto Dialisi) da effettuarsi entro l’anno. Su 340 aventi diritto al voto hanno votato in 217 con 180 sì, 34 no e 3 schede bianche.  La decisione arriva dopo che un mese fa gli stessi lavoratori avevano respinto la proposta avanzata dalle stesse sigle. A seguito di quel no erano state aperte tre procedure di licenziamento, compresa Castellanza con 43 esuberi. A seguito dell’intesa validata dai lavoratori, le tre sigle chiedono l’immediata e definitiva sottoscrizione e il contestuale ritiro della procedura di licenziamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore