I sindaci fanno rete per migliorare la viabilità nell’alto Varesotto

Accordo tra Comuni su investimenti stradali, ferroviari e riqualificazione del servizio postale

marco magriniE’ stato condiviso, tra i Sindaci della Comunità montana Valli del Verbano e altri limitrofi alla statale Besozzo-Vergiate, un documento che analizza punti di debolezzadella viabilità nel nord ovest della Provincia di Varese e indica gli interventi prioritari per potenziare il turismo e rilanciare il settore produttivo ed economico. L’accordo sarà ora presentato nei rispettivi consigli comunali e comunitari.
Nell’incontro, tenutosi nella sede di Cassano Valcuvia dell’Ente montano lunedì 27 gennaio 2014, è emersa la volontà da parte dei 25 Sindaci presenti di mettersi in rete per condividere un piano strategico. La proposta sarà poi sottoposta ai diversi enti che hanno in carica la gestione delle reti viarie e che prevedono di fare consistenti investimenti per la necessaria riqualificazione della S.S. 629 e in generale per la viabilità attorno a Varese.
L’opinione unanime è che sia necessario migliorare la viabilità dalle valli verso le autostrade, l’aeroporto di Malpensa e le gradi città Milano, Torino, Genova.
A tale scopo, quattro sono gli interventi definiti strategici. La riqualificazione della S.S. 629 Besozzo-Vergiate con la realizzazione di rotatorie agli incroci di maggior traffico, la definizione di percorsi alternativi per le intersezioni minori e il completamento dei collegamenti previsti. La realizzazione del tratto stradale a servizio delle zone industriali di Malgesso, Travedona, Cadrezzate, Brebbia e Ispra. Il completamento della SP1 da Cittiglio a Laveno e il proseguimento della SS 394 dal comune di Brenta con “bretella” di Cuveglio.

Commenta Marco Magrini, Presidente di Comunità montana e promotore dell’incontro. “Come Comuni montani, ma non solo, perché ci stiamo muovendo in sinergia con altri piccoli e medi comuni della Provincia di Varese in modo particolare con Besozzo, cerchiamo di ottenere investimenti strategici a vantaggio dei territori che siamo stati eletti a rappresentare. Individuare soluzioni condivise tra amministratori di una stessa area geografica e sottoporre le nostre proposte all’attenzione degli enti di livello superiore è senza dubbio la strada da percorrere per velocizzare la realizzazione delle opere e ridare protagonismo ai Comuni che, più di chiunque altro, conosce le peculiarità e le necessità del territorio. L’incontro”, aggiunge ancora Magrini, “è stato il momento
per fare il punto della situazione rispetto ad altre problematiche, come gli investimenti sulla linea ferroviaria Bellinzona-Gallarate e i disservizi di Poste italiane, che interessano direttamente comuni e cittadini. Su queste questioni come amministratori vogliamo far sentire il nostro parere ed è necessario coordinarci affinché la nostra posizione abbia un  peso maggiore.““

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore