Il bel panorama dell’arte contemporanea

Con la mostra "Belvedere" il Museo Maga propone un nuovo punto di vista sulla collezione permanente con opere storiche e nuove acquisizioni

Per godere di un bel panorama ed avere un punto di vista sul mondo non è indispensabile salire in cima ad un monte. Certo se parliamo di uno scenario reale, certo che è indispensabile, ma se ricerchiamo un belvedere più intimo e spirituale potrebbe essere sufficiente entrare in un Museo ed ammirare quadri, sculture e ciò che la creatività artistica è capace di rappresentare. Nasce con questa intenzione la mostra "Belvedere" appunto al Museo Maga di Gallarate, che propone un nuovo punto di vista sulla collezione permanente. Opere, importanti, rientrate dal tour che le ha viste in esposizione prima alla Triennale di Milano e poi a Villa Reale di Monza. Un percorso rivisitato non più in ordine cronologico ma per tematiche che si arricchisce di nuove opere della Collezione Fontana e della Fondazione Passarè.
Il percorso espositivo racconta, attraverso una mirata selezione di opere d’arte i paesaggi, gli ambienti, le visioni e le vedute che da sempre contraddistinguono la ricerca degli artisti sui luoghi fisici e immaginari che l’uomo attraversa. Per questa ragione si è costruito un itinerario non unitario, caratterizzato da tre nuclei che conducono, come in un viaggio, alle differenti declinazioni dell’idea di ambiente e di natura:
Spazi: quadri, sculture e installazioni ambientali si fanno proiezione di un pensiero legato alle relazioni che esistono tra noi e lo spazio fisico in cui viviamo e ci muoviamo.
Racconti: fotografie, disegni, cartoline, libri e video raccontano un viaggio, un’esperienza personale, frammenti di uno sguardo laterale sul mondo.
Visioni: grandi tele dipinte e sculture monumentali presentano paesaggi visti come luoghi dell’immaginazione, della rappresentazione, del mito.
La collezione del museo viene riconsegnata al suo pubblico con un nuovo ordinamento e arricchita di nuove opere concesse in comodato o in prestito da privati o donate da artisti a testimoniare la costante attività di ricerca e di incremento della collezione pubblica.
Per la prima volta sono in mostra a Gallarate opere provenienti dalla collezione Walter Fontana, come le sculture di Pietro Consagra, Giacomo Manzù, Luciano Minguzzi e le importanti tele di Ennio Morlotti, Mattia Moreni e Franco Rognoni, o le celebri opere di Lucio Fontana, Alberto Burri, Sebastian Matta e Tancredi della Fondazione Passarè.
Inoltre le opere di Sergio Breviario e Chiara Camoni, acquisite da AMACI (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiani), dopo una tappa al MUSMA di Matera, sono ora in prestito al MA*GA per la valorizzazione delle generazioni più recenti di artisti e la circolazione dei loro lavori nei più importanti musei italiani.
Infine, viene riproposta, restituita al suo splendore, la grandiosa installazione Grande Pianta Dafne di Alik Cavaliere, rimasta per lunghi mesi intrappolata negli ambienti devastati dall’incendio. L’opera è stata restaurata dal Centro Alik Cavaliere e dal Centro di restauro Zanolini –Ravenna di Milano.

In parallelo alla mostra Belvedere, il MA*GA inaugura Project Room, lo spazio di sperimentazione aperto ad artisti contemporanei su cui il museo punta l’attenzione. Il programma vede l’alternarsi di due artisti al mese che presentano un progetto significativo della propria più recente ricerca. I luoghi espositivi della Project Room diventano luoghi di presentazione o di incubazione dei progetti, che potranno diffondersi all’interno degli spazi museali in modalità di volta in volta differenti. Il primo mese d’apertura, dal 8 febbraio al 2 marzo 2014 vedrà la presenza di: Ambra Pittoni con i progetti "La notte Salva" e "Partitura dispendiosa" e Riccardo Arena con il video 25.765.

Belvedere. Paesaggi e visioni nella collezione del MA*GA
8 febbraio – 4 maggio 2014
Inaugurazione 8 febbraio 2014 ore 18.00

Visite guidate gratuite alla mostra:
Domenica 9 febbraio 2014 alle 16.30
Domenica 9 marzo 2014 dalle ore 10.30 alle ore 17.30 con la collaborazione degli studenti del Liceo Artistico Frattini di Varese

Orari di apertura al pubblico:
Mar- Mer-Gio-Ven 9.30-12.30/14.30-18.00 Sabato- Domenica 11.00-18.30
Ingresso gratuito
Per informazioni: www.museomaga.it   tel. 0331 706011

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.