Il Consiglio regionale sostiene i lavoratori Electrolux

Approvata una mozione all’unanimità in cui si impegna la Giunta a proseguire il presidio dei tavoli delle trattative, coinvolgendo anche le altre amministrazioni regionali

Il Consiglio regionale approva una mozione per sostenere i lavoratori di Electrolux. La votazione è avvenuta nel pomeriggio di martedì e il documento è stato approvato all’unanimità dal Consiglio regionale come solidarietà ai dipendenti dell’azienda di elettrodomestici, in agitazione da settimane dopo l’annuncio della proprietà di voler riorganizzare gli stipendi, con un taglio di 130 euro mensili per tutti. L’azienda conta cinque sedi sul suolo nazionale, tra cui i 900 dipendenti del comparto di Solaro (MI).

Il documento (primo firmatario il Vicepresidente del Consiglio, Fabrizio  Cecchetti), illustrato in Aula dal consigliere Pietro Foroni (Lega Nord), chiede alla Giunta di proseguire il presidio dei tavoli delle trattative per tutelare i livelli produttivi e occupazionali a Solaro, coinvolgendo le altre amministrazioni regionali anche nella difesa delle sedi aziendali di Pordenone, Porcia (PN), Susegana (TV) e Forlì. La seconda richiesta è relativa all’adozione immediata di tutti i provvedimenti utili contenuti nelle due nuove leggi sui contratti di solidarietà e in materia di competitività.

 

«Chiediamo alla Giunta di lavorare a livello nazionale perché siano tutelate tutte le sedi aziendali, applicando per quella di Solaro le nuove misure contenute nelle recenti normative su contratti solidarietà e competitività – ha detto Foroni in Aula – Non deve passare, però, l’assimilazione con altre zone geografiche: noi siamo altro. Per questo diciamo basta alla rapina fiscale del 68 % sulle aziende e vogliamo che sia fatta distinzione a livello di welfare tra provvedimenti necessari e doverosi e quello che, invece, alimenta gli sprechi».

Il Consigliere Onorio Rosati (PD) ha ricordato l’impegno del Governo nazionale su 160 casi di crisi aziendali e sollecitato l’entrata in vigore effettiva dei proveddimenti varati dal Consiglio.

«Il sostegno alle crisi non sia un’occasione per fare campagna elettorale – ha sottolineato il Consigliere Stefano Buffagni (M5S) – E’ però importante ricordare in questa mozione l’impegno di Regione Lombardia sul fronte delle crisi occupazionali attraverso le due leggi approvate, e che ora vanno applicate».

Marco Tizzoni (Maroni Presidente) ha ricordato le crisi di Carrier, Sangiorgio, Iberna, Indesit e altre, lamentando il «mancato protezionismo nazionale che denota poco amor proprio nei confronti delle nostre produzioni. O introduciamo qualche misura – ha concluso – o sarà la fine del terziario».

 

Due le notizie date in Aula dall’assessore regionale al Lavoro, Valentina Aprea: entro dieci 10 sarà presentato il regolamento relativo all’attuazione della nuova legge sui contratti di solidarietà, mentre questa mattina la Giunta ha deciso di convocare i Regione i vertici di Electrolux per lavorare affinché lo stabilimento di Solaro rimanga il punto di riferimento mondiale per l’azienda nella produzione di lavastoviglie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.