Il PD contro Cislaghi: “Busto non è la bella addormentata e lui non è il principe azzurro”

Dura presa di posizione del Partito Democratico dopo l’appello dell’assessore sulle politiche della casa: “In città ci sono molte associazioni che operano in silenzio, chi non fa la sua parte è l’amministrazione”.

L’appello dell’assessore Mario Cislaghi (nella foto a sinistra) ad aiutare l’amministrazione a sostenere chi è in una condizione di sfratto ha dato avvio ad una dura critica da parte del Partito Democratico contro la nuova gestione dei servizi sociali. «E’ inconcepibile che un Assessore ai Servizi Sociali suoni la tromba e dica alla Città di svegliarsi -commenta il segretario cittadino del PD, Salvatore Vita- perchè se a Busto Arsizio c’è una bella addormentata quella è l’Amministrazione e il principe azzurro Cislaghi non basterà a svegliarla». Salvatore Vita cita le «decine di iniziative di singoli e di organizzazioni, che in modo silenzioso ma costante portano un grande contributo alla collettività» sostenendo che «chi manca è l’Amministrazione che da anni sollecitiamo a farsi carico di iniziative adeguate». Secondo il segretario democratico «fare appello alla generosità dei cittadini significa rinunciare al proprio ruolo svuotando di senso il compito che i cittadini hanno assegnato a chi governa» potendo prendere ad esempio «amministratori lungimiranti di comuni vicini, che hanno saputo riscrivere le politiche pubbliche sociali coniugando pubblico e privato sociale».
Ma per portare avanti questo genere di discorso «la regia non può che essere rappresentata da chi è delegato ad Amministrare la città» ma a Busto «si è scelto di fare da soli o di fare solo con alcuni dimenticando, o peggio ignorando, che fare rete significa proprio mettere insieme bisogni e risorse diversi». Sulla base di queste considerazioni le prime settimane dell’assessorato di Mario Cislaghi vengono bocciate senza appello: «Se il buon giorno si vede dal mattino, i prossimi due anni di gestione dei Servizi Sociali a Busto Arsizio saranno devastanti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore