Il Pd mette il circolo il pittore

Storia dell'arte e creatività nelle sezioni del partito, per ritrovare un po' di bellezza perduta

Si inizia domenica 2 marzo: una giornata all’insegna della diffusione dell’arte, dentro e fuori i circoli della provincia del Partito Democratico, per difendere la conoscenza dell’Arte, non solo come motore culturale, ma anche economico e turistico.

E’ l’iniziativa “Metti in Circolo il Pittore”, di carattere nazionale alla quale hanno aderito con entusiasmo e creatività anche parecchi circoli PD della nostra provincia.

«La Riforma Gelmini colpisce ancora. Questa volta a pagarne le conseguenze è l’insegnamento della Storia dell’Arte.
A causa della Riforma, l’Arte non accarezza il percorso di studi di oltre metà degli studenti italiani, ovvero quelli iscritti a Istituti Professionali e Tecnici.
Ma anche passando ai Licei Italiani, gli effetti della Riforma Gelmini sono evidenti e come: sulla carta non è cambiato molto rispetto a prima, ma nei fatti la riduzione è stata sensibile, poiché sono state abolite tutte le sperimentazioni che, soprattutto in molti licei classici, avevano potenziato la formazione artistica già nel ginnasio.
Il taglio del monte ore artistico ha avuto una ricaduta evidente anche sull’ultimo concorso della scuola: non è stata messa in palio alcuna cattedra di storia dell’arte, dato che di quegli insegnanti, dopo la cura Gelmini, c’è esubero in tutte le province italiane.

Non è solo un problema occupazionale che riguarda i professori (ovviamente da non sottovalutare e per il quale ad esempio non vi sono idee di soluzione e ri-collocamento): semplicemente, per un Paese come il nostro, tutto cio è surreale».

«Il Paese dei 3.400 musei, delle circa 2.100 aree e parchi archeologici, dei 43 siti Unesco, i quali hanno un indice di ritorno economico 16 volte inferiore a quello degli Stati Uniti, 4 a quello francese, 7 volte sotto quello inglese. La storia dell’Arte con un patrimonio del genere non riguarderebbe quindi solo un arricchimento culturale ma anche un enorme potenziale economico. Ancora una volta la Cultura è stata considerata come una semplice voce di spesa e non come un investimento.

Noi abbiamo deciso di non rimanere fermi. Da iscritti ed elettori del Partito Democratico e da cittadini italiani, dall’idea del giovane blogger PD Antonio Sicilia, abbiamo deciso di ospitare l’arte nei Circoli del PD del nostro territorio fino al tanto sperato ripristino nelle scuole italiane».

“METTI IN CIRCOLO IL PITTORE”

Ogni Circolo PD d’Italia aderente all’iniziativa ospiterà nel proprio Circolo lezioni di Arte tenute da Insegnanti di storia dell’arte, Artisti e qualsiasi altra figura professionale in grado di rendere più comprensibile e apprezzabile il nostro patrimonio artistico.

L’iniziativa ha suscitato l’interesse, e l’adesione, di ANISA, l’Associazione nazionale degli insegnanti di storia dell’Arte, che da anni si batte per un diverso ruolo della disciplina nel percorso formativo scolastico.

«Un progetto di ampio respiro per spalancare le porte del nostro partito, avvicinare politica e scuola e far tornare popolari temi divenuti impopolari come arte e cultura.

Un progetto che coinvolgerà anche l’ANISA, associazione nazionale insegnanti storia dell’arte, in prima fila da sempre nella valorizzazione del patrimonio artistico del nostro Paese»

In provincia di Varese sono almeno 13 gli appuntamenti, molti in contemporanea domenica 2 marzo, sparsi nei vari Comuni dove i relativi Circoli hanno accolto l’ invito alla mobilitazione, altri si terranno nelle prossime settimane, in una sorta di staffetta all’insegna della diffusione della conoscenza dell’Arte.

Per info: pagina facebook “PD Varese” – info@partitodemocraticovarese.it

METTI IN CIRCOLO IL PITTORE: gli appuntamenti in provincia di Varese sono:

2 marzo 2014  ore 16,00

Proff. Anna Maria Ferrari e Francesca Ricardi docenti e storiche  dell’arte.

L’insegnamento di Storia dell’Arte, una questione di civiltà. Focus su alcune "gemme d’arte" del varesotto.

Varese – Sala Montanari di Via Bersaglieri 3

 2 marzo 2014 aore 16,30

Angelo Puricelli,  Elisa Morrone

Palazzo Visconti ( Comune) e i suoi affreschi

Besnate- p.zza Mazzini- Sala Consigliare

2 marzo 2014 ore 10,00

 Tony Cuboliquido, artista di strada

"La street art "

Olgiate Olona – Sala degli Specchi Area 101 via Bellotti 22

2 marzo 2014 ore 14,00

 Elisa Bollazzi

 "Semina d’Arte"

 Olgiate Olona – visite guidate nel Parco di Villa Gonzaga

 9 marzo 2014 ore 10,00

Santo Nania

Come leggere un’opera d’arte

Solbiate Olona – Centro di piazza Gabardi

 6 aprile 2014 ore 10,00

 Laura Gussoni;

"Kandisky"

Fagnano Olona – Biblioteca Comunale piazza Matteotti 4

4 maggio 2104 ore 10,00

 Paolo Maccabei

 "Il quarto stato"

Olgiate Olona – Sala degli specchi area 101 via Bellotti 22

2 marzo 2014 ore 15,30

Ilaria Ceriani e Luciana Daniotti

Van Gogh

Samarate  – Villa Montevecchio

2 marzo 2014 ore 14,30

Casati Elide

 Giotto e la nascita della pittura italiana

 Busto Arsizio – Sede PD viale Repubblica 67

2 marzo 2014 ore 15,00

Silvia Moroni

La funzione dell’arte nella società

Daverio – Sala Polivalente, via Piave

2 marzo. 16,00

Angela Fiegna

Michelino da Besozzo
Protagonista assoluto del tardogotico lombardo (e non solo).

Besozzo – Sala Letture, via Mazzini 4,

16 Marzo, ore 16,00

Prof. Anna Maria Ferrari, docente storica dell’arte; prof Diego Dalla Gasperina, storico.

La storia dell’arte nella formazione dei giovani. "Gemme d’arte" nel nostro territorio.

Morazzone – Salone P.F.Mazzucchelli Via XXVI Agosto, 6

2 marzo, pomeriggio

Alice Mezzetti

I cimiteri monumentali di Gallarate e Busto Arsizio: architettura, scultura e decorazione

Cairate – presso il Circolo PD via Molina

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.