“Il Piave mormorava”, alle Arti il convegno sulla Grande Guerra

Venerdì 21 e sabato 22 febbraio il 49° corso di formazione promosso dal Centro Culturale Teatro delle Arti, nel centenario dell'inizio della prima guerra mondiale

Un cammino che giunge alla quarantanovesima tappa: venerdì 21 pomeriggio e sabato mattina 22 febbraio promosso dal Centro Culturale del Teatro delle Arti in unità con l’Ufficio Scolastico provinciale di Varese, la Provincia di Varese, il Comune di Gallaratesi si tiene al Teatro delle Arti il 49° Corso di formazione rivolto a docenti, universitari, laureati, operatori culturali ma anche studenti delle ultime classi delle Scuole secondarie Superiori. "Il Piave mormorava" è il titolo:  nel centenario dell’inizio della Grande Guerra non poteva mancare uno sguardo critico su questo tragico avvenimento. Se ne percorrono le tappe che hanno portato alla deflagrazione del primo conflitto mondiale, il tutto alla luce dei più recenti contributi storiografici. Ne risulta un’analisi approfondita sulle conseguenze del conflitto tipiche ormai di ogni guerra (nella foto: soldati prussiani riuniti intorno al kaiser).
A parlarne saranno autorevoli specialisti che indicheranno anche percorsi interpretativi e di approfondimento in aiuto a studi da compiersi nella classi degli Istituti Superiori. L’intero progetto è stato elaborato da Cristina Boracchi, Enzo R. Laforgia e Patrizia Foglia, mentre i relatori sono la ricercatrice Boldrini Francesca e i docenti universitari Bracco Barbara, Calchi Novati Gianpaolo, Ferrari Paolo, Gigli Marchetti Ada, il presidente dell’Istituto Varesino Luigi Abrosoli Laforgia Enzo e lo scrittore e storico Massignani Alessandro. Il Convegno si avvale inoltre delle collaborazioni della Società Storica Studi Patri Gallarate, dell’Istituto Lombardo Storia Contemporanea di Milano e dell’Istituto Varesino Luigi Ambrosoli, il cui presidente è anche presidente del Convegno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore