In manette un complice della banda delle slot machine

Era tornato in Italia dopo un periodo in Romania, dove aveva riparato in seguito all'arresto dei suo complici, ma grazie al fotosegnalamento è stato riconosciuto come l'autore del furto al bowling dei fiori di Milano

I carabinieri della Stazione di Rho hanno arrestato P.D., classe 90, rumeno, nullafacente, pregiudicato. L’uomo era scappato all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Milano, in quanto riconosciuto responsabile unitamente a due connazionali, già detenuti, di un furto avvenuto il 17 gennaio scorso presso il bowling dei fiori di Milano di oltre 7 mila euro in contanti, contenuti in diverse macchine slot-machine. L’uomo, scappato in Romania quando erano stati arrestati i suoi complici, è risultato essere tornato in Italia con un documento d’identità con generalità false ma non è potuto sfuggire al riscontro di tipo scientifico a seguito delle operazioni di fotosegnalamento operato dai militari della Compagnia di Rho che hanno evidenziato la presenza in banca dati di ben 11 alias. L’uomo è stato poi trovato in possesso di diversi utensili utilizzati per compiere reati contro il patrimonio, tra cui un flessibile completo di nr.15 dischi ed un tagliabulloni, tutti sottoposto a sequestro. Dopo gli atti di rito in caserma, l’arrestato è stato tradotto presso la casa Circondariale di Busto Arsizio. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore