Incidente a scuola: il Ministero dovrà pagare 214.000 euro

Si è conclusa dopo sette anni la vicenda giudiziaria dell'alunno della scuola San Giovanni Bosco che si era ferito a una mano sfondando una porta a vetri

 Si è conclusa dopo sette anni, la vicenda del bimbo rimasto vittima di un incidente mentre si trovava all’interno della scuola elementare San Giovanni Bosco di Varese.
Il tribunale civile di Milano ha condannato il Ministero dell’Istruzione a risarcire con 214.000 euro il bimbo che frequentava la quinta elementare. La vittima aveva accidentalmente sfondato la porta a vetro del bagno riportando una profonda ferita alla mano. I chirurghi dell’ospedale di Circolo lo avevano sottoposto con urgenza all’intervento chirurgico di ricostruzione. L’equipe chirurgica, guidata dall’ortopedico Amedeo Bini, in quattro ore era riuscita a fermare l’emorragia e a riattaccare completamente la mano. 

Scagionato, invece, il Comune di Varese proprietario dell’immobile dove ha sede l’elementare. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.