“L’ampliamento dell’Iper è un errore del pgt”

Il consigliere Conte del Pd critica alcune previsioni del Pgt, tra cui i 30mila metri cubi per il centro commerciale, il carcere al Campaccio e un luna park

A Valle Olona il pgt prevede, tra l’altro, un ampliamento dell’Iper, il nuovo carcere e un luna park. Funzioni che andranno a trasformare, non poco, in particolare la zona Belforte Campaccio, e che i consiglieri comunali di minoranza guardano con una certa preoccupazione. Luca Conte, vicecapogruppo del Pd, osserva in particolare. «In un immaginario percorso a ritroso lungo il corso dell’Olona potremmo partire dall’estremità orientale del territorio varesino – osserva Conte – Troveremmo immediatamente un ampliamento del Centro commerciale Iper, che ha già in passato conosciuto numerosi e sostanziosi incrementi volumetrici e che rappresenta, ad oggi, il più ampio spazio commerciale esistente in città. Eppure ad esso verrebbe concessa una ulteriore volumetria pari a ben 30.000 metri cubi. Poco oltre, laddove fino a poco tempo orsono si trovava un’area agricola, si vorrebbe insediare il Luna Park e, forse, la Fiera. Queste troverebbero spazio in un’area costantemente a rischio esondazione – continua Conte – ed a margine di una arteria viabilistica che dovrebbe essere di scorrimento veloce, ma che già oggi è spesso interessata da rallentamenti dovuti all’intenso traffico destinato ad aumentare vertiginosamente nell’ipotesi voluta da questa amministrazione. Poco più in alto, un’ampia area verde, ovvero la Cascina Campaccio, nella volontà di chi solo a parole pare voler tutelare l’ambiente della città giardino, verrebbe sacrificata per l’edificazione del nuovo carcere. Il progetto appare incurante del fatto che all’area non sono riconoscibili i requisiti minimi richiesti dalla vigente legge carceraria, né la necessaria accessibilità».

Secondo Luca Conte, vi sono anche degli aspetti positivo nel pgt, ad esempio il fatto che venga individuato il fiume Olona come uno degli ambiti strategici fondamentali per il futuro della città. «Non possiamo che concordare con questa scelta, che pone finalmente al centro dell’attenzione 

una via fluviale ed una risorsa che ha sempre rappresentato una ricchezza ambientale e naturalistica, contribuendo per secoli alla prosperità ed allo sviluppo nella nostra città».

Sulle concerie, Conte ha delle idee diverse da quelle del Pgt. «I recuperi previsti delle aree industriali comprese tra la ex cartiera Sterzi e la ex conciaria Fraschini, pur meritevoli, prevedono ampliamenti e nuove edificazioni. Mancano inoltre idee realmente innovative, che consentano alle aree ex industriali, un tempo vanto per la città, di rinascere a nuova vita. Per quale ragione, per esempio, non destinare una di queste realtà ad incubatore di nuove imprese produttive come fatto in molte altre lungimiranti città?»
Il pgt è ora in fase di osservazioni da parte dei cittadini, Conte auspica una revisione di queste previsioni sulla zona Valle Olona Belforte.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.