L’espulsione dei dissidenti spacca il Movimento 5 Stelle

I gruppi parlamentari hanno votato "sì" all'espulsione di Orellana, Battista, Bocchino e Campanella ma ora gli iscritti al sito dovranno decidere, on line, se ratificare. Forse al Senato un nuovo gruppo con gli ex-m5s

Ieri sera (mercoledì) l’assemblea congiunta dei gruppi parlamentari del Movimento 5 stelle ha votato a favore della procedura di espulsione dei senatori Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella, Lorenzo Battista e Fabrizio Bocchino, colpevoli di aver criticato il comportamento di Beppe Grillo nel suo faccia a faccia con Matteo Renzi alle consultazioni. La decisione è ora sottoposta al vaglio degli iscritti che dovranno ratificare l’espulsione attraverso la votazione sul portale del Movimento 5 Stelle. Saranno, dunque, gli 85 mila militanti "approvati e certificati" ad avere in pugno il destino dei cosiddetti "dissidenti", esprimendosi entro questa sera alle 19 sul sito.

La votazione dei gruppi ha mostrato una spaccatura piuttosto netta in quanto almeno 30 parlamentari hanno votato contro mentre almeno una decina si sono astenuti. Ecco i risultati votazione per votazione dal blog del deputato bustocco Ivan Catalano che ha espresso tutta la sua disapprovazione in un post sul suo diario on-line.

Battista, 73 sì, 35 no, 11 astenuti, votanti 119
Bocchino, 67 sì, 30 no, 13 astenuti, votanti 110
Campanella, 77 sì, 33 no, 11 astenuti, votanti 121
Orellana, 70 sì, 35 no, 17 astenuti, votanti 122.

Si fa strada l’ipotesi che almeno al Senato si possa formare un nuovo gruppo di ex-pentastellati con un nome proprio in quanto tra i senatori giù usciti e quelli appena espulsi si arriva ad un numero di sette, il minimo per poter formare un gruppo parlamentare. Non è da escludere, inoltre, che altri si aggreghino a questo punto mentre Laura Bignami ha già annunciato le dimissioni. Alla Camera le cose sono un po’ diverse e gli effetti di questa frattura si devono ancora epletare del tutto. Pronto ad uscire anche lo stesso Ivan Catalano, ormai anch’esso in aperta rottura col resto del gruppo alla Camera, mentre è pronto ad aggiungersi almeno un altro deputato Alessio Tacconi.



di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.